Restare in forma con l’Animal Flow e i pistacchi americani

In occasione della Giornata Mondiale dello Sport, del prossimo 6 aprile, American Pistachio Growers riprende i segreti dell’Animal Flow, l’allenamento che si basa sui movimenti tipici degli animali, perfetto per ritrovare il contatto con la natura anche durante il workout casalingo. Ce ne parla Fabio Astro, Personal Fitness Trainer eistruttore certificato Animal Flow.

“Ci vuole un fisico bestiale”, recitava così una famosa hit degli anni ’90, diventata un tormentone della musica italiana: ma è davvero possibile per gli esseri umani diventare agili come gazzelle, scattanti come ghepardi e forti come leoni?  In occasione della Giornata Mondiale dello Sport, del prossimo 6 aprile, American Pistachio Growers, associazione no profit che unisce i coltivatori di pistacchi americani, riprende i segreti dell’Animal Flow, l’allenamento che si basa sui movimenti tipici degli animali, perfetto per ritrovare il contatto con la natura anche durante il workout casalingo.

Animal Flow e Mike Fitch

L’Animal Flow è una disciplina nata in America, ideata da Mike Fitch per sviluppare mobilità e flessibilità (ve ne abbiamo parlato proprio qui su MyFitnessMagazine in occasione del lancio italiano della disciplina, con una bella intervista a Mike Fitch).

I suoi movimenti prendono spunto dallo yoga e dalle arti marziali e ispirandosi proprio all’agilità, alla forza e alla resistenza degli animali, creano “forme” collegabili l’una con l’altra, fino a ottenere una coreografia o un flusso armonico, dai più semplici ai più complessi, come la tecnica dello scorpione, il passo del granchio o il movimento della scimmia, dai quali deriva il nome di “Animal Flow”.

Il parere del Trainer

Fabio AstroPersonal Fitness Trainer eistruttore certificato Animal Flow® spiega quali sono i benefici e i vantaggi di questo tipo di allenamento: “L’Animal Flow può essere praticato da tutti, con diversi livelli di intensità, a seconda della propria preparazione fisica e si distingue dalle altre discipline in quanto non sono necessari attrezzi specifici, ma l’unico strumento di allenamento è il peso del proprio corpo”.

“L’Animal Flow, infatti, è consigliato a grandi e piccoli poiché migliora la mobilità delle articolazioni, la forza e la flessibilità di tutto il fisico, stimola la percezione del proprio corpo nello spazio e può essere praticato in famiglia perché anche i bambini sono potenzialmente incentivati nel provare le tecniche e i movimenti degli animali. Per questo motivo gli esercizi di Animal Flow sono una valida alternativa alle sessioni più tradizionali di workout”, spiega Fabio Astro.

Allenarsi diversificando

Non è quindi necessario essere dei fitness addicted per praticarlo e poiché si tratta di un’attività a corpo libero è una disciplina anche economica e facile da praticare, semplicemente ritagliandosi un piccolo spazio in casa o al parco.

Secondo il sondaggio di American Pistachio Growers il 61% degli italiani nell’ultimo anno non potendo recarsi in palestra, ha scoperto e seguito allenamenti online da praticare nella propria abitazione.

Il 50% dei rispondenti dichiara però che anche quando verranno riaperti i centri sportivi continuerà a preferire il divano all’attività fisica; per questo motivo è importante scoprire e conoscere discipline, come l’Animal Flow che aiutano ad allenarsi e a faticare ma senza stress.

Un allenamento da leoni!

I movimenti possono coinvolgere diverse parti del corpo dalle spalle, alle ginocchia e caviglie, oltre che lavorare sull’equilibrio e la qualità dei muscoli stabilizzatori, come ad esempio accade rispettivamente nei due esercizi qui di seguito.

Lateral Ape

È un esercizio di locomozione che ricorda quello dei primati: partendo da una posizione accucciata si appoggiano per terra le mani lateralmente rispetto ai piedi e si esegue un piccolo balzo laterale.

Attenzione: i piedi non atterrano insieme, ma è quello più esterno a toccare terra per primo.

Limb Lifts

Da posizione di quadrupedia, i piedi rimangono puntati e le ginocchia si staccano da terra di pochi centimetri. A questo punto staccando da terra la mano e il piede controlaterale si cerca di mantenere la posizione in equilibrio per qualche secondo.

Attenzione: ripetere provando anche dall’altra parte.

Dopo il training

Dopo un allenamento “da leoni” è necessario un recupero veloce delle energie.

I pistacchi tostati coltivati negli Stati Uniti sono perfetti, poiché sono una “proteina completache contiene tutti e 9 gli aminoacidi essenziali in quantità adeguate, utile per le necessità di chi ha più di 5 anni.

In particolare, le proteine ad alto contenuto di leucina (uno dei 9 aminoacidi essenziali) che vengono digerite molto più rapidamente, forniscono un buon stimolo alla sintesi proteica muscolare (MPS). I pistacchi americani tostati contengono 475 mg di leucina in una porzione pratica e veloce da consumare di circa 30 g.

Ricordiamo che American Pistachio Growers è un’associazione no profit del settore agricolo che rappresenta più di 865 membri che sono coltivatori di pistacchio, trasformatori e partner industriali in California, Arizona e New Messico.

Abbiamo parlato dei pistacchi americani anche qui come alimento completo per rafforzare il sistema immunitario.

(Simona Recanatini)

 

Nella foto di apertura e all’interno dell’articolo: Mike Fitch (photo courtesy Tragara PR).

 

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità