Dorothea Wierer ci racconta il suo Alto Adige

Dorothea Wierer, una delle più grandi campionesse di biathlon della storia, ci racconta il suo Alto Adige. Altoatesina doc, della sua terra ama praticamente tutto. Chi, dunque, se non lei può accompagnarci alla scoperta del lato più sportivo di un territorio che sa essere così stupefacente come quello dell’Alto Adige? Tre lingue diverse, clima alpino e clima mediterraneo, ricca offerta invernale e straordinaria meta estiva. Viaggiamo con la fantasia, per ora, ma viaggiamo…

Premiata per la quarta volta con la Coppa di specialità ai Mondiali di Biathlon 2021 a Pokljuka, che l’hanno incoronata come una delle più grandi campionesse di biathlon della storia, Dorothea Wierer è un’altoatesina doc. Della sua terra ama tutto, dalla bellezza dei paesaggi al sole sempre splendente, dal clima al rispetto per l’ambiente. Chi, dunque, se non lei può accompagnarci alla scoperta del lato più sportivo e active di un territorio che sa essere così stupefacente come quello dell’Alto Adige? Tre lingue diverse, clima alpino e clima mediterraneo, ricca offerta invernale e straordinaria meta estiva. Pronti a partire?

Tra sport, natura e relax: i suggerimenti di Dorothea

L’inverno in Alto Adige è una stagione che offre esperienze active e tanto divertimento. Ecco perché Dorothea Wierer ha scelto proprio il Biathlon come suo sport del cuore. «È sempre stata una grande passione per tutta la mia famiglia. Da piccolina andavo sempre ad assistere alle gare. Non volevo perdermene neanche una».

E dove andare se non ad Anterselva, la patria del Biathlon, per praticare l’ormai noto sport dello “scia e spara”?

Entrata di diritto tra le località più celebri per chi pratica questo sport, – qui si sono svolti, lo scorso febbraio 2020, i Campionati Mondiali di Biathlon (ve ne abbiamo parlato qui) – Valle Anterselva offre la possibilità, ad esperti e principianti, di allenarsi nella magnifica Arena Alto Adige, una vera istituzione di questa specialità invernale.

È qui, infatti, che molti atleti internazionali si preparano per le grandi competizioni di Biathlon ma anche per lo skiroll, in estate, e lo sci di fondo.

Anche in estate, la Valle Anterselva è meta per sportivi e amanti della natura.

Numerose sono le escursioni praticabili sia a piedi che in MTB, come ad esempio l’itinerario che conduce al Lago di Anterselva – tra i meno conosciuti del territorio ma terzo per grandezza; o la nuovissima area MTB che si caratterizza per tre varianti di discesa di diversa difficoltà.

Non solo biathlon

Non solo biathlon per Dorothea che, nel tempo libero, ama praticare anche lo snowboard. E tra i suoi luoghi preferiti c’è sicuramente l’Alpe di Siusi, dove ogni anno si svolgono le competizioni della Coppa del Mondo FIS Slopestyle Snowboard & Freeski e dove ha sede il più grande snowpark di tutto l’Alto Adige. Qui gli amanti del freestyle, appassionati di snowboard e freeski trovano tutto ciò che cercano per il loro divertimento. La vera chicca? La wood line con gli ostacoli in legno.

Come altipiano più esteso d’Europa, l’Alpe di Siusi è il paradiso anche per le escursioni durante le stagioni più calde.

Da qui passano, infatti, la terza e la quarta tappa di uno dei sentieri a lunga percorrenza più noti del territorio: il Dolomites UNESCO Geotrail. Lungo ben 175 km e composto da 10 tappe, si muove attraverso i magnifici gruppi montuosi delle Dolomiti.

Biathlon, snowboard e poi? Sci di fondo!

Dorothea Wierer ama godersi i paesaggi incantevoli dell’Alto Adige – come lei stessa racconta – ed è per questo che pratica anche tanto sci di fondo. Sul dove praticarlo la campionessa non ha dubbi: la meravigliosa Val Ridanna, un paradiso per chi come lei sente spesso il bisogno di relax e tranquillità a contatto solo con la na- tura incontaminata. È qui infatti che si sviluppa la pista circolare lunga circa 12 km che da Masseria sale verso la località Gasse fino al maso Joggelehof.

Nei periodi più caldi dell’anno, la stessa Val Ridanna è meta prediletta per amanti di sport all’aria aperta.

Da non perdere, ad esempio, il lungo tour panoramico dei sette laghi che con i suoi 19 km tocca alcuni punti principali della Val Ridanna, come le Miniere Monteneve di argento, piombo e zinco oggi sede di un museo, e le Cascate Burkhard.

Il Corno Bianco

Tra i luoghi più amati da Dorothea Wierer rientra sicuramente anche il Corno Bianco (Patrimonio UNESCO) in prossimità di alcune delle cime dolomitiche più note come il Catinaccio, Latemar e Sciliar. Per goderne a pieno in inverno, si consiglia la pista di sci di fondo che, partendo dalla Malga Schmiederalm, conduce fino al Passo Oclini.

Il percorso, lungo circa 11 km, passa tra il Corno Bianco e il Corno Nero permettendo di ammirarne le particolarità geologiche.

Tra la primavera e l’estate, questi stessi luoghi offrono la possibilità di praticare facili escursioni che raggiungono proprio la vetta del Corno Bianco: sempre da Passo Oclini si può infatti percorrere il tour alpini che, lungo distese di mughi e prati fioriti, conduce fino alla cima alta circa 2.317 metri.

Lunghe passeggiate tra i boschi

«Quando non mi alleno e soprattutto durante le pause invernali, tra una gara e l’altra, adoro rilassarmi, ricaricare le batterie e fare lunghe passeggiate, spesso tra i nostri boschi», racconta Dorothea.

Per la campionessa di Biathlon il benessere psico-fisico è strettamente legato alla natura e ai suoi elementi.

Non a caso tra i suoi luoghi del cuore c’è anche la Val Passiria. In questo angolo di paradiso è molto diffuso il cosiddetto metodo Kneipp di cui la scienza ne riconosce gli effetti benefici. Qui è possibile fare una camminata lungo la roggia di Saltusio e scoprire in che modo l’acqua fredda può dare benefici alla vista – con un bagno oculare – o, ad esempio, dare uno sprint energico, se lasciata scorrere sulle braccia.

Benessere secondo Dorothea fa rima con natura e paesaggi incontaminati e anche in questo caso la Val Passiria vanta proposte davvero uniche.

Con le sue tre cascate – la Cascata Passiria di San Martino, la Cascata di Stieber e le Cascate di Stulles – la Val Passiria offre la possibilità di fare lunghe passeggiate e contemporaneamente ammirare la forza della natura.

Che ne dite dell’Alto Adige raccontato da Dorothea Wierer? Vi ispira a partire? Noi di MyFitnessMagazine abbiamo già la valigia pronta, appena sarà possibile…

Abbiamo parlato di Dorothea Wierer anche qui a proposito di Grid.

(Simona Recanatini)

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità