Un weekend a Vienna tra storia e fitness con il trainer Konstantin

Con la Primavera alle porte scatta la voglia di viaggiare e magari di organizzare una fuga alla scoperta di qualche bella città europea. A Vienna, per esempio, si può programmare un weekend all’insegna del fitness e della storia soggiornando all’Hotel Beethoven Wien. Curiosi? Ecco qualche spunto per un fit-weekend a Vienna, città della Principessa Sissi, celebre pioniera del fitness…

Voglia di un weekend a Vienna all’insegna del fitness e della storia? Allocato nel cuore del VI distretto di Mariahilf/Naschmarkt, un tempo malfamato e oggi fulcro della movida e della cultura della capitale austriaca, l’Hotel Beethoven Wien custodisce una storia antica e profondamente radicata nel territorio. Pensate che fu anche una casa di tolleranza, durante la seconda Guerra Mondiale. Il luogo di partenza perfetto per un weekend a Vienna.

Mariahilf, quartiere interessante, con le vie dello shopping, la geografia movimentata e l’architettura eterogenea, merita una visita, come pure l’adiacente Naschmarkt, il mercato più famoso di Vienna, diventato ormai un luogo di aggregazione e di ritrovo alla moda: più di cento bancarelle e locali presentano una meravigliosa offerta di cucina locale e internazionale, mentre al sabato impazza il Mercato delle Pulci.

L’Hotel Beethoven Wien è oggi condotto da Barbara Ludwig, che a ciascuna camera ha impresso una caratteristica di unicità, avendo sempre come priorità il comfort, il relax e la soddisfazione dei suoi ospiti, che provengono da tutto il mondo. L’Hotel ha riaperto nell’estate del 2017, dopo un accurato restauro ad opera di Raimund Brunnmair, interior design e architetto viennese, che ne ha fatto un incantevole Boutique design hotel 4 stelle: i sei piani sono dedicati ciascuno a un’epoca o a un avvenimento della storia viennese, mentre le 47 camere, tutte diverse tra loro e arredate in stile Biedermeier o Art Noveau, portano il nome di personaggi famosi.

I primi due piani, in particolare, sono rispettivamente ispirati ai leggendari caffè letterari della città e alla Secessione Viennese, la corrente artistica nata nel 1897 dall’abbandono di molti membri della Casa degli Artisti di Vienna a causa delle divergenze di idee sullo scopo dell’arte.

Barbara Ludwig, l’affascinante proprietaria e, soprattutto, l’anima ispiratrice dell’Hotel Beethoven Wien, accoglie i propri ospiti con professionalità e vera cordialità e, fornendo consigli preziosi e assicurando un’esperienza di soggiorno unica e lontana dagli standard comuni.

Anche per la primavera 2019, l’Hotel Beethoven Wien si configura come il punto di partenza ideale per un weekend a Vienna, che lo scorso anno, per la nona volta di seguito, è stata dichiarata la città più vivibile del mondo da un famoso studio internazionale ad opera della società di consulenza internazionale Mercer: i risultati dello studio, volto a valutare la qualità di vita di 231 metropoli attraverso vari parametri (il clima politico, sociale ed economico, i servizi sanitari, le infrastrutture, ma anche l’offerta per il tempo libero e le condizioni ambientali, gli spazi verdi e l’inquinamento dell’aria) ha assegnato proprio alla capitale austriaca la pagella migliore.

Tra le iniziative primaverili, ricordiamo gli imperdibili mercatini pasquali allestiti nelle storiche piazze della città: tra gli altri, il Mercatino di fronte alla reggia di Schönbrunn, con espositori provenienti da tutta l’Austria e l’antico Mercatino di Piazza Freyung, con la sua montagna di uova, la più alta d’Europa, formata da 40.000 uova pasquali dipinte.

Ma la Primavera viennese non poteva non avere spazio anche per il fitness: del resto, la Principessa Sissi fu una pioniera dell’attività fisica e a Hofburg è possibile visitare la Sala da Toeletta e la Palestra della Principessa, dove trascorreva la maggior parte del tempo quando si recava a Palazzo. Qui eseguiva i suoi celebri esercizi e a Hofburg è possibile vedere la spalliera svedese, la sbarra e gli anelli. Per allenamenti più intensi, comunque, la Principessa Sissi aveva a disposizione una palestra più ampia dove poteva allenarsi con attrezzi pesanti.

Questa primavera, dunque, sulle tracce di Ludwig van Beethoven è possibile usufruire di un allenamento guidato dal nuovo fitness coach dell’Hotel, il trainer Konstantin, che ad ogni tappa vi racconterà qualcosa dalla storia e della cultura di Vienna.
Si parte dall’Hotel Beethoven e si prosegue con queste tappe:
1. Riscaldamento presso il Museo Secessione con il Fregio di Beethoven
2. Allenamento a Karlsplatz all’ombra della Chiesa di San Carlo Borromeo e della Musikverein
3. Allenamento vicino al monumento di Beethoven
4. Allenamento nel parco Stadtpark vicino al monumento di Johann Strauss
5. Allenamento nel giardino Burggarten vicino il palazzo imperiale Hofburg
6. Allenamento nel Museumsquartier
7. Stretching vicino al Museo Secessione
Fine del trainig all’Hotel Beethoven.
Carino, vero? La Quota di partecipazione è di 10 euro e la durata del” training in the city” con il trainer Konstantin è di un’ora circa (necessario abbigliamento sportivo e scarpe da corsa).


Due parole su Konstantin: dal marzo 2014 studia alla facoltà di Scienze motorie dell’Università di Vienna e da gennaio 2014 lavora come personal trainer presso la palestra John Harris. Nel dicembre 2012 ha ricevuto il diploma di “Professional Health, Training and Personal Trainer“. I suoi Campi di specializzazione: allenamento funzionale, pesistica, allenamento per preparazione atletica, in particolare per la corsa e il ciclismo, tenuta e perdita di peso, culturismo. Il motto di Konstantin? “Insieme facciamo di più e ci divertiamo!”. Partiamo per il nostro weekend Vienna a provare il suo originale training in the city? E dopo l’allenamento una fetta di Sacher Torte per tutti, offre MyFitnessMagazine! Per info: www.hotel-beethoven.at MFM

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità