Verso Rio 2016: Doxa, sono 16 milioni i “sedentari in movimento”

C’è una nuova categoria sociale in forte ascesa. Questo il suo identikit: sono persone che non giocano a tennis né vanno in piscina a nuotare. Dicono di non seguire corsi di Zumba e nemmeno sessioni con un personal trainer. Non hanno tempo per sport o attività organizzate, ma si dichiarano comunque attenti alla forma fisica e al benessere. Durante il giorno camminano in media 48 minuti e sfruttano ogni occasione per fare del movimento (in ufficio vanno a piedi o in bici, le pulizie di casa le fanno a tempo di musica).
Di chi stiamo parlando? Dei “sedentari in movimento”, chiaramente: circa 16 milioni di italiani, “fotografati” dalla ricerca Doxa/UnaitaliaSport, attività fisica e alimentazione”, condotta su un campione rappresentativo di 1000 persone. I loro segreti a tavola? Un’alimentazione equilibrata e bilanciata, con un consumo quotidiano di frutta e verdura, e carni bianche, considerate “più leggere e digeribili”: pollo e tacchino sono le proteine preferite (49%), poi legumi (48%), formaggi (46%), bresaola (35%) e tonno (35%). Italiani, sempre meno sedentari, dicevamo: secondo i dati del Rapporto Osserva Salute 2015 la quota di sedentari è scesa del -1,3% rispetto al 2014, e il 28,2% della popolazione, pur non praticando uno sport, svolge comunque attività fisica.
La ricerca Doxa/Unaitalia aiuta a scoprire cosa fanno questi “sedentari in movimento” per tenersi in forma, mossi soprattutto da motivi di salute (per 8 su 10 il motivo principale è che l’attività fisica aiuta a stare meglio) ma anche per scaricare la tensione o lo stress (45%) e per motivi estetici (35%). Innanzitutto, cercano di muoversi in ogni momento libero, soprattutto la mattina, prima di andare a lavorare (lo fa il 45% degli italiani “in movimento”), privilegiando comunque le attività all’aria aperta (85%). Avrebbero scelto di dire addio all’ascensore, rinunciano all’auto e ai mezzi pubblici per andare al lavoro e usano spesso la bicicletta: l’80% cerca di fare sempre le scale (più di 3 volte a settimana), il 62% sceglie di muoversi a piedi almeno 3 volte a settimana (il 77% anche solo occasionalmente) e il 24% si sposta in bicicletta per andare a lavoro o a fare la spesa almeno 1-2 volte a settimana. corsaE il 46% pratica la camminata veloce o fit walking. In più cercano di muoversi anche quando sono a casa o in ufficio. Il 38% dedica tempo a fare brevi serie di piccoli esercizi in casa, ma anche le pulizie domestiche o i giochi con i figli possono essere una buona occasione per attivarsi: ecco allora che il 40% passa l’aspirapolvere o pulisce i vetri di casa  a tempo di musica e il 30% si lancia in inseguimenti e partite di calcetto con i propri figli.  E di fronte a una lunga giornata in ufficio 1 sedentario in movimento su 2 interrompe con frequenti pause la posizione seduta.

Non c’è solo l’attività fisica: per tenersi in forma i sedentari in movimento prestano molta attenzione a cosa portano in tavola. Il 70% tende a privilegiare un regime equilibrato, 1 su 2 fa molta attenzione a non ingerire troppi zuccheri o sale e il 60% limita i cibi grassi. Spazio a frutta e verdura (l’80% ne consuma 2-3 porzioni al giorno) e proteine magre, come le carni bianche, scelte dal 55% perché “più leggere e digeribili.” Pollo e tacchino sono considerate proteine irrinunciabili per chi tiene alla forma fisica, e considerate una scelta ottimale per chi fa sport da 8 italiani su 10. “Le carni bianche contengono molte proteine, pochi grassi e di buona qualità, hanno un’elevata digeribilità e un buon contenuto di vitamine e sali minerali” spiega Michelangelo Giampietro, nutrizionista e medico dello sport. “Per queste virtù nutrizionali sono un’ottima scelta per gli sportivi o per chi vuole tenersi in forma”. Senza dimenticare, sottolinea l’esperto, che per seguire una dieta sana non si deve rinunciare ai carboidrati (pasta, pane, riso o altri cereali).

Pasti bilanciati, con tante ricette nutrienti e leggere per ogni giorno della settimana, e un programma di esercizi quotidiano, di circa 30 minuti al giorno, con proposte facili e compatibili con gli impegni quotidiani. 3-petto_grigliato2

È questa l’iniziativa #SedentariVersoRio, promossa dal blog W Il Pollo, nell’ambito di una campagna di valorizzazione delle carni bianche sostenuta da Unaitalia, associazione che riunisce i principali produttori di carni avicole, e realizzata con il supporto di un team di esperti: Michelangelo Giampietro, nutrizionista e medico dello sport, Carla Consoni, trainer e docente di educazione fisica, e le nutrizioniste M. Lorena Tondi e Erminia Ebner. Partecipare è semplice: sul sito Sedentari in movimento verso Rio è disponibile un tool multimediale per scegliere un profilo in base alle proprie caratteristiche fisiche.
Si va dalla dieta da 1300 calorie, indicata per le donne che vogliono mettersi a regime, a quella da 1500 per chi vuole fare semplicemente “attenzione”, fino a quelle da 1700 e 2100 calorie, più adatte per uomini o donne in forma e che svolgono una moderata, ma regolare, attività fisica. Per ogni profilo vengono fornite indicazioni dettagliate su come comporre i propri pasti, tante proposte e ricette per pranzi e cene gustose ma con pochi grassi. Accanto alle diete, per ogni giorno della settimana è disponibile sul sito un programma di allenamento messo a punto dalla trainer. Camminare, salire e scendere le scale, o andare in bici diventano occasioni per fare esercizio. E poi semplici sequenze di addominali, flessioni ed esercizi di stretching, da eseguire anche sul divano di casa.

“Questo programma è pensato appositamente per chi non riesce a praticare uno sport con regolarità e conduce una vita sedentaria” spiega Carla Consoni, esperta di fitness. “Attraverso la combinazione di esercizi aerobici, tonificazione muscolare e flessibilità, di pochi minuti al giorno, è possibile tornare in forma.

Chi ha poco tempo a disposizione può muoversi con costanza ogni giorno, sfruttando ogni momento utile. Non utilizzare mai l’ascensore o la scala mobile, muoversi a piedi o in bici, adoperare la scrivania in ufficio o il tavolo in casa per esercizi di allungamento, utilizzare i vecchi vocabolari come step o le faccende domestiche per affondi, sono tutti stratagemmi per tenersi in attività e vincere la pigrizia” conclude la nostra esperta di fitness. Attiviamoci! SR

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità