10 consigli per un 2019 in salute (e combattere l’ipertensione)

Che ne dite di iniziare con energia il 2019, sfruttando con le migliori intenzioni per vivere il nostro anno miglior? Siete pronti?

Cosa ci aiuterà a farlo? Sentiamo spesso che la salute, la famiglia e gli amici sono le componenti chiave per una vita felice e appagante. Focalizziamci sul mondo della salute e mettiamo in evidenza il valore che, per tutto l’anno, può derivare dal rispetto del proprio benessere.

Tutti vogliamo vivere una vita lunga e forte senza compromessi e, a gennaio, è importante concentrarsi sui suggerimenti e sugli strumenti che ci aiuteranno a prendere in mano le redini delle nostre vite.

Mentre ci iscriviamo alla nuova palestra, sperimentiamo un mese di bevande naturali e aggiungiamo porzioni extra di verdura alla nostra spesa, dovremmo anche prestare attenzione ai titoli dei media che avvertono dell’aumento di malattie “silenziose” come l’ipertensione.

L’ipertensione è il fattore di rischio n. 1 che contribuisce ai decessi su scala globale causando ictus, infarti e altre complicazioni cardiovascolari. Ogni anno vengono perse 10 milioni di vite a causa dell’aumento della pressione sanguigna e solo la metà delle persone con la pressione alta ne è consapevole. In definitiva, molti di questi decessi si possono prevenire. Solo controllando regolarmente la pressione sanguigna, si può essere certi di essere sulla buona strada o prendere decisioni sanitarie consapevoli se i vostri valori di pressione sanguigna sono più alti del normale.

Come individui, dobbiamo occuparci dei fatti e della realtà della nostra salute. Di seguito sono riportati i consigli realizzati da OMRON Healthcare, leader mondiale nel campo delle attrezzature mediche altamente innovative e clinicamente provate per il monitoraggio e la terapia, utili per realizzare i propri buoni propositi per un 2019 in salute, per combattere l’ipertensione e avere un cuore sano nel 2019! I consigli sono stati redatti da Lucia Prada, Marketing Director di OMRON Healthcare Europe.

CONOSCI TE STESSO

La verità è che quasi chiunque può soffrire di ipertensione. Anche se ci sono persone maggiormente a rischio, compresi gli obesi, gli anziani, i diabetici, le donne in gravidanza, gli accaniti fumatori e gli individui sottoposti a forte stress, la conclusione è che non è necessario rientrare in nessuno di questi specifici casi demografici per soffrire di ipertensione. Può riguardare praticamente chiunque!

Ad esempio, il numero di persone obese è triplicato dal 1975 al 2016 e l’obesità rappresenta il 65-75% del rischio di ipertensione essenziale. Le persone con la pressione sanguigna alta presentano anche un rischio maggiore del 58% di sviluppare il diabete, un dato demografico che aumenta di anno in anno. Mentre si verifica un aumento dello stato di ipertensione per le donne incinte dal 5 al 10%.

Pertanto, è importante essere più attenti e più ricettivi a monitorare regolarmente il proprio stato di salute. A partire dal 2018, le linee guida ESC/ESH per la gestione dell’ipertensione arteriosa raccomandano l’uso dei dispositivi di monitoraggio della pressione sanguigna a casa nell’ambito della diagnosi dell’ipertensione. La metà delle persone con la pressione sanguigna alta non ne è consapevole. Accertati di esserne a conoscenza!

Allo stesso tempo, se si è in sovrappeso, in gravidanza o si è diabetici, la cosa migliore per voi è utilizzare un dispositivo di monitoraggio della pressione sanguigna a casa validato clinicamente per proprio il caso specifico. Ad esempio, il nuovo OMRON RS7 Intelli IT è stato validato clinicamente per l’uso nella popolazione obesa e poiché si tratta di un dispositivo da polso di monitoraggio della pressione sanguigna, è possibile portarlo con sé facilmente per l’utilizzo in mobilità.

Buon proposito: esegui i controlli con i dispositivi appropriati!

CAPISCI TUTTA LA STORIA

Misurare l’indice di massa corporea (BMI) e monitorare il peso racconta solo metà della storia. Non è necessario essere sovrappeso per mettere il cuore a rischio. Anche quando il peso e il BMI sono nella norma, potrebbero manifestarsi segni di obesità metabolica se la percentuale di grasso corporeo e il grasso viscerale sono troppo alti. In questo caso, mentre inizi il tuo viaggio verso il recupero, è consigliabile adottare l’autogestione dell’ipertensione con l’utilizzo di dispositivi di monitoraggio della pressione sanguigna a casa.

Buon proposito: vai oltre l’apparenza, accertati di non essere metabolicamente obeso.

MANTIENI LA CALMA E MANGIA BENE

Siamo tutti consapevoli del fatto che mangiare meglio contribuisca a migliorare lo stato della nostra salute. I suggerimenti chiave per aiutare un cuore sano sono:

Ridurre l’assunzione di sale a 5-6 g al giorno: è dimostrato che ridurre l’assunzione di sale a questo livello su base quotidiana è altrettanto efficace quanto la terapia con un solo farmaco. Inoltre, si consiglia di non aggiungere sale durante la cottura, basta portare la saliera sul tavolo. Si avrà così un dosaggio migliore poiché è possibile vedere effettivamente quello che si sta facendo!

Moderare il consumo di alcol: le attuali linee guida del Regno Unito riportano che tutti gli adulti, uomini e donne, consumano non più di 14 unità di alcol a settimana, quindi è un obiettivo chiave attenersi a questo consumo e non superarlo. Questo equivale a 6 bicchieri di vino da 175 ml, 6 pinte di birra a gradazione normale o 5 pinte di sidro.

Aumentare il consumo di verdure, frutta e latticini a basso contenuto di grassi

Buon proposito: ridurre l’assunzione di sale a 5-6 g al giorno!

È UN BUON GIORNO PER FARE UN GRAN ALLENAMENTO

Si dice spesso che “le cose buone accadono a coloro che sudano”. Bene, per godersi lo splendore della buona salute, bisogna fare esercizio. Nel 2018 è stato previsto che entro il 2040 le persone in Spagna avranno la più lunga aspettativa di vita nel mondo. Questo è dovuto alla loro dieta sana e all’importanza che danno alla camminata veloce. In Spagna la passeggiata o “el paseo” è così importante da guadagnarsi un nome specifico e contribuisce al miglioramento della salute. Nel Regno Unito, le persone vanno in palestra ma il 76% cammina almeno quattro giorni a settimana per 10 minuti e oltre. Bisogna continuare così! Si consiglia di eseguire almeno 30 minuti di esercizio dinamico moderato da 5 a 7 giorni alla settimana, quindi superare quei livelli è un modo positivo per andare avanti!

Buon proposito: 30 minuti di esercizio coinvolgono molteplici articolazioni, come tricipiti, bicipiti o squat, almeno 5 giorni alla settimana!

MONITORAGGIO A CASA O IN MOBILITÀ: IMPARA A CONOSCERE GLI STRUMENTI 

Gli effetti positivi dell’auto-monitoraggio dipendono in larga parte dalla volontà individuale ad effettuare le misurazioni in maniera proattiva e regolare. Esistono dispositivi clinicamente validati per eseguire il monitoraggio della pressione sanguigna a casa o in mobilità che garantiscono la stessa accuratezza dei risultati ottenuti nello studio del medico di famiglia(ad esempio, il nuovo OMRON RS7 Intelli IT è un dispositivo portatile da polso che può essere utilizzato comodamente e discretamente in mobilità). Sono questi gli strumenti che raccomandiamo vivamente di utilizzare per mantenere il controllo della propria salute.

Ecco come si fa: non bere alcol o caffeina almeno 30 minuti prima di rilevare i valori e riposare per almeno 5 minuti prima di misurare la pressione sanguigna. Se si sta utilizzando un dispositivo da tavolo, accertarsi di stare seduti con i piedi a terra e che le ginocchia creino un angolo a 90 gradi. Il gomito deve poggiare su un tavolo e il bracciale deve essere posizionato ad almeno 1 dito sopra la linea del gomito. Assicurarsi di leggere tutti i manuali di istruzioni per garantire dei risultati affidabili.

Buon proposito: monitorare regolarmente la pressione sanguigna, utilizzando anche in mobilità dispositivi validati clinicamente per evitare di perdere traccia delle letture!

LA REGOLARITÀ E IL MONITORAGGIO COSTANTE SONO LA CHIAVE

È importante tenere presente che qualunque cosa facciamo, dobbiamo farla REGOLARMENTE. Per vedere una vera evoluzione e un cambiamento, dobbiamo monitorare i risultati nel tempo. Tendiamo a considerare il nuovo anno come una pietra miliare decisiva nella nostra esistenza, dove capovolgiamo tutta la nostra vita. Ci ripromettiamo di ricominciare da capo e di esercitare una forte pressione su noi stessi per vedere risultati immediati. In questo modo non riusciamo a riconoscere i costi emotivi che accompagnano un’impresa così impegnativa e ci scoraggiamo se non riusciamo a vedere una drammatica inversione di tendenza. La chiave del successo è adottare un’evoluzione più lenta e cercare di cambiare il proprio stile di vita a lungo termine, non a breve termine.

Buon proposito: adottare un’evoluzione più lenta ma costante!

IMPOSTA OBIETTIVI RAGGIUNGIBILI E REALISTICI

Non affrettarsi a creare nuovi stimolanti obiettivi ma concentrarsi sul cambiare il proprio corpo in modo sostenibile e duraturo. Impostare metriche realizzabili e realistiche è essenziale per attenersi a questi buoni propositi e mantenere uno stile di vita sano che perduri oltre gennaio.

Buon proposito: impostare obiettivi raggiungibili per evitare di scoraggiarsi troppo presto!

MONITORA I PROGRESSI CON LE APP

La ricerca ha dimostrato che un’adeguata educazione sanitaria in combinazione con un promemoria per l’assunzione di farmaci migliora l’efficacia del trattamento. A partire da gennaio, accertarsi di utilizzare le funzionalità che aiutano a migliorare la cura di sé stessi come le app mobili, che tracciano i progressi e inviano promemoria su abitudini sane e sui farmaci. Viviamo in un mondo che attribuisce importanza alla tecnologia. Utilizza tecnologia e dati a tuo vantaggio.

Buon proposito: monitorare i progressi nel tempo sincronizzando i dati sanitari con lo smartphone!

COMPRENDI I RISULTATI

Altrettanto importante è assicurarsi di comprendere i risultati raccolti. È consigliato scegliere app che forniscono una chiara panoramica dei risultati, con una classificazione e/o guida delle misurazioni visualizzate su base settimanale, mensile o annuale. Le app sono state progettate per supportare il percorso verso uno stile di vita più sano, fornendo preziose informazioni sui fattori che possono influenzare il futuro del proprio cuore.

È possibile ottenere un quadro migliore della salute del proprio cuore se si monitorano anche i parametri chiave della composizione corporea, molti dei quali possono essere visualizzati nella stessa app utilizzata per misurare l’ipertensione. Ad esempio, OMRON VIVA Body Composition Monitor consente agli utenti di memorizzare i propri dati utilizzando OMRON connect, che contestualmente salva la cronologia di lettura della pressione sanguigna.

Buon proposito: sincronizzare i dati di diversi dispositivi utilizzando la stessa app per ottenere una migliore comprensione dell’evoluzione della propria salute.

RICORDA CHE IL CAMBIAMENTO AVVIENE LENTAMENTE

Il cambiamento avviene lentamente. Il 2019 è all’insegna di una nuova routine e di una nuova prospettiva sulla tua salute. Questa è una maratona, non uno sprint. Fai un passo alla volta e assicurati di rispettare il nuovo programma per vivere l’anno migliore possibile.

Buon proposito: accogli il cambiamento e, cosa più importante: divertiti!

Pronti per iniziare questo 2019 all’insegna della salute, prima di tutto? (MFM)

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità