Saltare la palestra a dicembre: le scuse più ricorrenti

Lo studio di NutriMente promosso da GetFIT evidenzia le scuse più ricorrenti per saltare la palestra e fuggire dal movimento fisico. Complice l’arrivo di pranzi e abbuffate natalizie, 7 italiani su 10 di fronte alla forma fisica si scoprono pigri e svogliati: dalla mancanza di tempo ai troppi impegni quotidiani, ecco le principali scuse per saltare la palestra, confermate anche dal libro “50 scuse per non andare in palestra”.

L’arrivo del periodo natalizio non lascia scampo e conferma la tendenza: 7 italiani su 10, a dicembre, trovano scuse per saltare la palestra. Come mai? Nonostante la palestra rappresenti per la maggioranza la scelta migliore per rimettersi o restare in forma, in molti confessano di non seguire le date di allenamento settimanale stabilite con il personal trainer. Insomma, altro che iperattivi e sempre di corsa: le persone di fronte alla forma fisica si riscoprono pigri e svogliati, soprattutto in questo periodo dell’anno. Quasi 7 italiani su 10 (71%) a dicembre rinunciano alla palestra, affermando di voler smaltire gli eccessi di gola a cui si cede durante le festività natalizie a partire da gennaio.

Saltare la palestra a dicembre, un grande classico

Nonostante la palestra rappresenti per la maggioranza (35%) la scelta migliore per rimettersi o restare in forma, in molti confessano di non seguire le date di allenamento settimanale stabilite con il personal trainer (47%), o di distrarsi facilmente durante l’allenamento (29%). Il motivo? Gli italiani si confessano esausti dopo il lavoro (42%) o preferiscono trascorrere serate fuori con amici (25%). Ciò li porta a trovare scuse per non andare in palestra. Le più gettonate? Mancanza di tempo (73%), stanchezza (69%) e tra le più singolari il non voler lasciare troppo tempo solo il proprio animale da compagnia (59%).

Il rapporto tra gli italiani e l’attività fisica in palestra

Dagli esperti arrivano però i consigli per rendere l’attività in palestra un piacere, non solo per il corpo ma anche per la mente, confermando i benefici dell’attività fisica svolta regolarmente. È quanto emerge da uno studio di NutriMente promosso da GetFIT in occasione della pubblicazione del libro “50 scuse per non andare in palestra”, distribuito gratuitamente in 15.000 copie ai soci presso gli 11 Fitness Club GetFIT. Lo studio è stato condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analisys) su circa 2000 persone – uomini e donne tra i 18 e i 40 anni – attraverso un monitoraggio online sui principali social network, forum e community per approfondire il rapporto tra gli italiani e l’attività fisica in palestra, e coinvolgendo un pool di 50 esperti di benessere e fitness per scoprire cosa occorre fare per restare in forma tutto l’anno.

“Da 35 anni GetFIT porta avanti la sua mission, quella di ispirare le persone a scegliere e mantenere uno stile di vita sano e attivo” dichiara Livio Leardi, fondatore del primo gruppo italiano del fitness. “Attraverso questo libro e con questa indagine volevamo ricordare a tutti che l’ironia è fondamentale e preziosa anche nel settore della salute e del benessere e, al tempo stesso, desideravamo sfatare un mito: la palestra non è un ritrovo dedicato solo a chi vuole scolpire i muscoli. Fare attività fisica, infatti, non significa solo sudare e faticare ma dedicare del tempo per sentirsi bene, divertirsi e godere al meglio della propria vita tutto l’anno” prosegue Leardi.

Cosa avvicina le persone al fitness?

Secondo le ultime statistiche Eurostat, in Italia il 43% delle persone non fa assolutamente alcun tipo di esercizio fisico al di fuori dall’orario di lavoro. I motivi? La maggioranza (42%) si dichiara esausta alla fine delle fatidiche 8 ore lavorative, altri (25%) preferiscono trascorrere le ore serali fuori con amici per il classico rito dell’aperitivo. Cosa potrebbe, invece, avvicinare maggiormente alla palestra? La possibilità di andarci in compagnia (47%), magari con un amico o il proprio partner, riavvicinerebbe più facilmente le persone all’attività fitness in palestra. Per i più venali, invece, basterebbe l’esistenza di convenzioni e/o offerte molto vantaggiose (30%).

Nonostante ciò, alla domanda “Cosa fare per rimetterti/stare in forma?”, la maggioranza (35%) ritiene che andare in palestra rappresenti la scelta migliore, seguita dal calcetto con gli amici (29%) e dal running all’aria aperta (21%). Perché andare in palestra? La maggioranza ha come motivazione esclusivamente fini estetici (43%), mentre altri svolgono attività fisica per tenersi in salute (23%) e per scaricare stress e tossine quotidiane (16%). C’è persino chi ci va solo per fare nuove conoscenze (14%). Quando andare in palestra? In pochi (20%) sono propensi a dedicare tempo al fitness tutto l’anno, mentre la maggioranza (41%) è orientata ad andarci a inizio anno dopo le abbuffate natalizie, oppure nei mesi di aprile/maggio (36%) in prossimità della stagione estiva.

Una volta iscritto, con quale costanza si frequenta la palestra? La maggioranza (47%) confessa di saltare alcuni giorni, mentre il 28% si dichiara puntuale e costante nel seguire le date di allenamento settimanale stabilite con il personal trainer.

Perché è importante andare in palestra?

Esperti di fitness e benessere concordano sui benefici dell’attività fisica svolta regolarmente legati non solo al corpo, ma anche alla mente (51%), con l’attività fisica che aiuta a ritrovare una relazione autentica con il corpo e ad imparare a coglierne i segnali e i bisogni. Inoltre, un allenamento in palestra o una sessione di fitness per gli esperti contribuiscono ad aumentare il livello di soddisfazione personale (43%), permettono di interrompere la propria routine e fare qualcosa di nuovo (36%) uscendo così dalla cosiddetta confort zone, senza dimenticare che fare attività fisica aiuta a fronteggiare tutti gli effetti della vita frenetica (28%) come stress, pasti frettolosi, ore trascorse al computer, che incidono negativamente sul buon funzionamento dell’organismo.

Amare se stessi

“Fare sport fa bene al corpo e alla mente” afferma Sara Bertelli, presidente dell’Associazione NutriMente. “Nell’età adulta il corpo viene spesso dimenticato e trascurato in maniera quasi inconsapevole dietro al velo di mille giustificazioni plausibili: perché travolti dal lavoro, dalla famiglia, dalla vita. Per questo voglio sottolineare l’importanza di riavvicinarsi alla palestra e all’attività fisica per amore di sé stessi. E’ sbagliato trascurare in inverno l’attività fisica: un allenamento in palestra, una sessione di aerobica o un’ora di yoga ci permettono in qualsiasi momento dell’anno di assaporare l’euforia che si prova dopo aver superato la pigrizia ed essere riusciti a portare a termine qualcosa che ci costa fatica” aggiunge.

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, quale atteggiamento avranno gli italiani nei confronti della loro forma fisica? La grande maggioranza (71%) ha deciso quest’anno di lasciarsi andare a tavola tra pranzi e cenoni di fine anno, pensando poi di rimediare a gennaio con la palestra. C’è chi, da buon salutista, promette comunque in questi giorni di mangiare con moderazione, mentre i più costanti e lungimiranti, seppur in minoranza (29%) continueranno a svolgere attività fisica in palestra sia prima sia durante le feste.

Le scuse per saltare la palestra

Ma quali sono le principali scuse che nel corso dell’intero anno portano a non andare in palestra? Sul podio troviamo la mancanza di tempo (73%), la stanchezza accumulata durante il giorno (69%) ed il costo dell’iscrizione presso le strutture dedicate (65%). Non solo tempo, stanchezza e conti in tasca: la mancanza di volontà porta ad affidarsi a giustificazioni talvolta stravaganti: il 59% non vuole lasciare solo in casa il proprio animale da compagnia, il 50% si appiglia a tempo e clima, rinunciando alla palestra durante l’inverno per il troppo freddo e durante i mesi più caldi a causa delle temperature troppo elevate per uscire di casa. I più pigri (44%) sentono “il peso” di portarsi dietro il borsone tutto il giorno, mentre i più golosi (45%) confessano di avere troppa fame per recarsi presso le strutture di fitness subito dopo il lavoro. Queste e altre giustificazioni assurde sono tutte contenute all’interno del libro “50 scuse per non andare in palestra”, un omaggio ai milanesi con l’obiettivo di motivare le persone a scegliere uno stile di vita sano e a far diventare Milano la città più in salute d’Europa.

LE 10 SCUSE PIU’ USATE PER SALTARE LA PALESTRA

Non ho abbastanza tempo 73%

Sono troppo stanco 69%

La palestra costa troppo 65%

La palestra mi annoia 60%

Non voglio lasciare solo in casa il mio animale da compagnia 59%

Fa troppo freddo/caldo per uscire di casa e andare in palestra 50%

Ho troppa fame per andare in palestra subito dopo il lavoro 45%

Non voglio avere il peso del borsone tutto il giorno 43%

Svolgo già altre attività fisiche 39%

Mi sento troppo fuori forma per allenarmi 36 %

Qual è la vostra scusa preferita per saltare la palestra? Noi, ovviamente, non ne abbiamo 🙂

Altri articoli sulla palestra qui e qui.

(S.R.)

Foto: by unsplash.com

 

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità