L’olio nuovo (e buono) di Palazzo di Varignana, perfetto da regalare a Natale

Palazzo di Varignana ha presentato di recente la sua nuova collezione di extravergini, frutto della campagna olearia 2022/23: tre monocultivar e due blend, risultato di un progetto agronomico unico nel suo genere. Siamo stati “sul campo”, è il caso di dirlo, a visitare gli uliveti e ad assaggiare il nuovo olio extravergine di oliva, alimento principe della dieta mediterranea e immancabile nell’alimentazione degli sportivi. Perché la salute, lo sappiamo, si conquista a partire dalla tavola. E l’olio extravergine di oliva si rivela anche un regalo di Natale perfetto per chi ama prendersi cura di sé.

La salute, si sa, si conquista a partire dalla tavola. Cosa significa, oggi, avere corrette abitudini alimentari? Significa, in prima battuta, consumare cibo in proporzione alle calorie che si consumano con l’attività fisica e le altre attività quotidiane. A livello di cibi, le buone abitudini alimentari suggeriscono di consumare abitualmente frutta e verdura fresche e di stagione, alimenti a base di cereali integrali, legumi, semi e frutta secca e, ovviamente, olio extra-vergine di oliva, ricco di sostanze nutritive tra cui gli antiossidanti, in particolare polifenoli. A tal proposito, Palazzo di Varignana ha rinnovato la sua proposta di oli extravergine di oliva di altissima qualità, svelando caratteri, profumi e personalità dei suoi cinque nuovi oli extravergine frutto della campagna olearia 2022/2023: tre Monocultivar – Claterna, Vargnano e Stiffonte – e due blend – Blu e Verde.

Nascono così prodotti di eccellenza dalla grande complessità, equilibrio aromatico e gustativo, ottenuti da una filiera integrata a km 0 che racconta una storia d’amore con la natura.

Un’annata olearia complessa

L’annata olearia 2022-23 conferisce all’olio il timbro della propria unicità stagionale e meteorologica, imprimendo sul prodotto i segni del tempo, per restituire il sapore autentico di una stagione unica.

“Non solo in Emilia-Romagna ma in tutta Italia si è registrata un’annata olearia 2022/2023 particolarmente complessa a causa della forte siccità dei mesi primaverili ed estivi. Le piogge di fine estate hanno sicuramente riequilibrato le olive, che hanno compiuto una maturazione regolare permettendo la realizzazione di oli dalle caratteristiche organolettiche ottimali e dalle profumazioni vivaci. La raccolta ha avuto inizio con le varietà più precoci come la Nostrana di Brisighella per poi proseguire con le cultivar della Ghiacciola e del Correggiolo” spiega Aleandro Ottanelli, Oleologo di Palazzo di Varignana “anche quest’anno abbiamo optato per la molitura delle olive entro 6 ore dal raccolto, che permette a Palazzo di Varignana di creare un olio dalla grande complessità che si contraddistingue per la perfetta armonia di sapori e per le bassissime note di acidità”.

Nasce così una collezione di extravergini che si rinnova ogni anno e che ha ricevuto nel tempo i più importanti riconoscimenti internazionali, tra cui le Tre Foglie, le Due Foglie e le Due Foglie Rosse del Gambero Rosso, il Gold Award alla New York Olive Oil Competition, il Gold Prize al Japanese Olive Oil Prize, il MIOOA, le 5 gocce Bibenda, il DUBAIOOC Gold, il CANADA IOOC e il Silver Award OOI Olanada, oltre a essere inserito nella Guida di Slow Food e premiato da AIRO tra i 12 migliori oli d’Italia 2021.

Alimento principe della dieta mediterranea

Alimento principe della dieta mediterranea, l’olio di Palazzo di Varignana si distingue per le sue virtù nutrizionali. Spiega Annamaria Acquaviva, Responsabile dei programmi benessere di Palazzo di Varignana: “A rendere veramente speciale il nostro olio è la sua vasta gamma di micro-componenti e molecole antiossidanti, che origina grazie a procedimenti rigorosi e la scelta del giusto grado di maturazione per la raccolta delle olive. Questa avviene infatti nel minor tempo possibile per arrivare alla molitura entro 6 ore, quando le olive spremute a freddo senza trattamenti fisici né chimici regalano un olio più intenso e aromatico, purissimo, con qualità organolettiche eccellenti e dalla bassissima acidità.”

I benefici dell’olio extravergine di oliva

L’olio extra-vergine d’oliva è costituito per la maggior parte da acido oleico (un acido grasso monoinsaturo che appartiene alla famiglia degli Omega-9). Presenta, inoltre, un rapporto ottimale tra acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi.

Tutte queste caratteristiche biochimiche fanno sì che l’olio extra-vergine d’oliva:
• sia ben digeribile;
• inibisca la secrezione acida dello stomaco;
• stimoli la secrezione del pancreas;
• favorisca l’assorbimento del calcio e l’accrescimento delle ossa lunghe.
Infine, i composti detti polifenolici presenti nell’olio d’oliva hanno una spiccata qualità antiossidante: contrastano lo stress ossidativo del corpo umano dovuto ai radicali liberi che provoca invecchiamento e malattie.

Questo fa sì, in pratica, che l’olio d’oliva funga da antinfiammatorio e prevenga le malattie cardiovascolari e l’arteriosclerosi.

I 3 oli monovarietali di Palazzo di Varignana

Vediamo ora nello specifico gli oli di Palazzo di Varignana. I tre monocultivar Palazzo di Varignana raccontano una storia di amore per il territorio, il risultato di un progetto agronomico unico nel suo genere, il ritorno in Emilia delle antiche cultivar autoctone ricche di profumi e carattere.

Realizzati con un’unica varietà di olive, ciascun cultivar esprime una propria identità, che si traduce ogni stagione in un olio diverso, come una tavolozza composta da varie sfumature di verde, con tonalità olfattive che spaziano dai fruttati medi a quelli intensi.

“Stiffonte”: il monocultivar di Correggiolo

Il Correggiolo, antica cultivar di origine toscana ha trovato ormai da tempo anche nelle colline emiliano-romagnole un ambiente favorevole per la sua coltivazione. Si tratta di un monocultivar fruttato che richiama l’oliva verde, al palato presenta un buon equilibrio di note vegetali fresche, nelle quali spiccano il carciofo e mandorla fresca, con amaro e piccante ben dosati in chiusura.

Tra i premi ricevuti: il Silver Award OOI Olanda 2022, le Due Foglie Oli d’Italia Gambero Rosso, il NYIOOC 2022, il JOOP Gold Award 2022, il MIOOA 2022, il CANADA IOOC 2022, il DUBAIOOC Gold Award 2022 e il Flos Olei 2023. Prezzo: 20 € per confezione da 500 ml

“Claterna”: il monocultivar di Ghiacciola

Questo prezioso olio è ottenuto esclusivamente con olive della cultivar Ghiacciola, varietà autoctona tra le più rappresentative dell’Emilia Romagna. Gli olivi di questa cultivar forniscono produzioni limitate ma di particolare qualità; ne risulta un grande olio, in grado di esprimere al meglio l’unicità del territorio.

All’olfatto emerge fin da subito la forte impronta varietale: intensa freschezza olfattiva di oliva verde con sentori di cicoria, erba e note agrumate.

Al palato prosegue con una complessità di erbe balsamiche sulle quali ben presto si inserisce un amaro ben strutturato, chiude un piccante deciso di notevole persistenza.

Tra i premi ricevuti: il 5 Gocce Bibenda 2022, le Due Foglie Rosse Oli d’Italia Gambero Rosso, il JOOP Gold Award 2022, lo Slow Food 2022 (Grandi Olio) e il Flos Olei 2023. Prezzo: 22 € per confezione da 500 ml

“Vargnano”: il monocultivar di nostrana di Brisighella

Questa produzione è ottenuta esclusivamente dalla cultivar Nostrana. Le olive vengono raccolte ancora verdi, ciò consente alla cultivar di esprimere al meglio le sue caratteristiche. L’olio si presenta di colore verde tenue, il fruttato è intenso, con ampie fragranze erbacee di mela verde, foglia di rabarbaro e pomodoro; al palato rimarca l’ampiezza aromatica, chiude un elegante piccante di oliva verde.

Tra i premi ricevuti: le Tre Foglie Rosse Oli d’Italia Gambero Rosso, lo Slow Food 2022 (Grandi Olio) e il Flos Olei 2023. Prezzo: 20 € per confezione da 500 ml

 

I blend Blu e Verde

Inediti equilibri palatali e inattese sfumature nascono dai blend, ottenuti da una miscela di diverse cultivar di olio.

Il blending consiste infatti nel selezionare elementi con caratteristiche diverse e combinarle nel giusto equilibrio, dando vita a un’inedita espressione di sapori e profumi, dalla personalità distintiva e peculiare.

Non dalla molitura congiunta di differenti cultivar di Olivo, ma dal lavoro dell’Oleologo, che ha miscelato oli monocultivar alla ricerca di un profumo che non c’era: nascono dai blend, nuovi equilibri palatali e inattese sfumature dal sapore originale.

Il blend Blu

Questo blend viene ottenuto con le cultivar Correggiolo, Leccio del Corno e Pendolino. All’olfatto prevalgono oliva verde e note vegetali fresche tra le quali spicca il cardo.

Al palato continua con una trama erbacea ben presto sovrastata da un amaro importante, chiude un piccante lungo ed equilibrato.

Tra i premi ricevuti: il NYIOOC 2022, il JOOP 2022 Gold Award, il CANADA IOOC 2022, il DUBAIOOC Gold Award 2022 e il Flos Olei 2023. Prezzo: 17 € per confezione da 500 ml

Il blend verde

Per questo blend vengono impiegate le cultivar Maurino Selezione Vittoria, Verzola e Leccino. Di colore verde chiaro, all’olfatto si presenta ampio ed aromatico con richiami all’oliva nel giusto grado di maturazione.

Al gusto risulta di fruttato medio-intenso, dove sono distinguibili note di carciofo, mela verde, erbe appena falciate e rucola. Seguono nel finale l’amaro e il piccante in buon equilibrio.

Tra i premi ricevuti: il NYIOOC 2022, il JOOP 2022 Gold Award, il CANADA IOOC 2022, il DUBAIOOC Gold Award 2022 e il Flos Olei 2023. Prezzo: 17 € per confezione da 500 ml

Palazzo di Varignana Resort & Spa, una storia da raccontare

Palazzo di Varignana Resort & Spa sorge nell’elegante cornice delle colline bolognesi, immerso nel dolce paesaggio emiliano. Cuore del progetto è Palazzo Bentivoglio, antica villa risalente al 1705 e ristrutturata rispettando il fascino della sua storia. Attorno ad esso, circondati da giardini ornamentali, fonti d’acqua e panorami incantevoli, sorgono una serie di altri edifici, a formare un piccolo borgo immerso nella natura. L’insieme è un modello originale e sostenibile di ospitalità diffusa. Il Resort ospita 150 camere dallo stile contemporaneo, cinque ville indipendenti, due ristoranti, una SPA di 3700 mq con cinque piscine esterne, palestra, campi sportivi, un moderno centro congressuale e spazi per eventi.

Nel 2015 nasce l’azienda agricola, dedita a trasformare la bellezza del paesaggio naturale in una risorsa non solo contemplativa, ma avviata al ripristino di antiche colture autoctone e alla creazione di un vero e proprio modello circolare nel quale le terre di Palazzo di Varignana producono la gran parte degli alimenti impiegati nei tre ristoranti e nel Resort. Un insieme di terreni che sono arrivati oggi ad oltre 300 ettari, da cui nascono prodotti a Km zero di alta qualità.

Olive (ma non solo): una tradizione da tramandare

Fiore all’occhiello è la vocazione a ripristinare le antiche varietà di olivi: studi e ricerche storiche hanno infatti rivelato che in questa terra d’Emilia, dai tempi dei Romani fino al 1700, si coltivava l’olivo. Una tradizione che si interruppe a causa della cosiddetta piccola glaciazione.

A 400 anni di distanza, Palazzo di Varignana ha riportato le varietà più antiche di olivo a popolare le colline, ricucendo tempo e spazio per tornare a produrre un olio extravergine d’oliva di eccellenza.

Ai 150 ettari di oliveti, si aggiungono 42 ettari di vigneti, in cui si coltivano uve prevalentemente autoctone, 3000 metri di orto, un ettaro di mandorleto, un fragoleto, un frutteto di mele, pere, albicocche e ciliegie, 4000 metri coltivati a goji, un orto terrazzato con 42 diverse erbe aromatiche (troviamo anche la salvia ananas, l’achillea e la passiflora cerulea…) e una originalissima e rara produzione di zafferano. Non mancano giuggiole, olivello spinoso, topinambur

Il progetto food di Palazzo di Varignana, in continuo sviluppo, mira a diffondere la cultura dell’extravergine di oliva, proponendo un’esperienza a 360° nel mondo dell’olio, che parte dalla coltivazione e prosegue all’interno del Resort.

L’ospite è accompagnato alla scoperta diretta degli Oli attraverso percorsi di degustazione degli extravergini; menù oliocentrici presso i ristoranti si fanno carico di stabilire nuove occasioni per scoprire il rapporto tra olio e alimenti, tra cucina e materia; trattamenti e massaggi oliocentrici presso la Spa portano nella dimensione dei piaceri dei sensi e nellacura della bellezza i valori naturali che la terra prima e l’olivo poi hanno saputo distillare.

Dove acquistare l’olio di Palazzo di Varignana (ma anche altre idee regalo curiose e “buone”…)

Tutte le varietà di oli Palazzo di Varignana possono essere acquistate online nella sezione e-commerce del sito www.palazzodivarignanafood.com, oltre che nello shop e nei ristoranti all’interno del resort. Un’idea regalo perfetta per chi ama prendersi cura di sé e apprezza le cose buone, buone davvero. Tra le proposte che trovate sull’e-commerce, oltre all’olio di Palazzo di Varignana, anche altre idee regalo davvero curiose, adatte non solo per i palati più golosi ma anche per chi desidera unire il gusto al benessere o donare un gesto d’amore. Per esempio, “Adotta un olivo”, per dare un aiuto concreto alla salvaguardia del patrimonio verde del paesaggio. Si tratta di una gift box come gesto d’amore per il futuro che scommette sulla capacità dell’uomo di prendersi cura della terra e di raccoglierne i frutti, spostando lo sguardo dal presente a un orizzonte lontano.

Un regalo green originale e che dura nel tempo, “Adotta un Olivo” aiuta a contribuire alla diffusione della bellezza di una natura che vive in simbiosi col lavoro dell’uomo e gli regala uno degli alimenti più preziosi della tavola. La box regalo contiene al suo interno una serie di benefici collegati all’adozione. Tra questi una bag in tube da 3lt di olio extravergine di oliva, lo sconto del 10% sui nuovi oli per 5 anni, il diritto di prelazione per l’acquisto di produzioni di oli monovarietali in serie limitata, la targhetta da personalizzare con nome dell’ulivo e il Passaporto di Varignana (70 €). Inoltre, sul sito trovate anche diverse gift box di Palazzo di Varignana, che mettono al centro l’amore per il territorio e raffinate combinazioni di sapori, pensate per venire incontro ai palati più golosi: vino, confetture, zafferano e l’originale (e buonissimo) “Dolce di Natale” creato ad hoc dal pasticcere Gino Fabbri. Non mancano, infine, i prodotti della linea cosmetica Varsana SPA.

Cosa ne pensate del nuovo olio di Palazzo di Varignana? Abbiamo parlato del resort anche qui a proposito del nuovo Medical Centre e qui del nuovo libro della dottoressa Annamaria Acquaviva e i suoi 5 pilastri della salute.

(Simona Recanatini)

No Comments Yet

Comments are closed

MyMag è


Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità