Scegliere il casco da sci “giusto” può salvarci la vita

Casco da sci: il Gruppo assicurativo Folksam ha effettuato un test sui principali brand produttori di caschi da sci e ne è emerso un dato allarmante: solo su 2 modelli dei 14 caschi testati il rischio di commozione cerebrale era inferiore al 50 %…

Parliamo di casco da sci. La sicurezza sulle piste da sci è fondamentale e mai come in questo periodo di estrema attualità (purtroppo…): i traumi dovuti agli incidenti sono in aumento, complice l’elevato numero di snowbordisti e sciatori che non sempre rispettano le regole e gli incroci!

Fortunatamente si sta diffondendo sempre più l’utilizzo del casco da sci e se per i bambini è obbligatorio, per gli adulti rimane ancora una scelta personale ma sicuramente coscienziosa.

Sì, ma quale casco da sci scegliere per essere sicuri di essere protetti al meglio?

Il Gruppo assicurativo Folksam ha effettuato un test sui principali brand produttori di caschi da sci e ne è emerso un dato allarmante: solo su 2 modelli dei 14 caschi testati il rischio di commozione cerebrale era inferiore al 50 %.

“Quello che spicca nel test è che i caschi con protezione rotazionale sotto forma di MIPS generalmente ottengono risultati migliori ris­petto a quelli senza questo tipo di protezione. In secondo luogo, vediamo che i caschi da cor­sa POC Skull Orbic X SPIN e Sweet Protection Volata MIPS hanno un assorbimento degli urti significativamente migliore rispetto agli altri caschi. Questo dimostra che esiste un poten­ziale per sviluppare caschi più sicuri in futuro” afferma Helena Stigson,  ricercatrice del Folksam Insurance Group.

Oggi non ci sono requisiti legali per obbligare i produttori di caschi da sci a dotarsi di tecnolo­gie per ridurre gli impatti rotazionali, vengono testati solo gli impatti verticali, utili a misurare la protezione degli elmetti contro le fratture del cranio. Questo nonostante la ricerca abbia dimostrato che la cinematica rotazionale causa danni al cervello. Nei test di Folksam, i caschi da sci vengono quindi valutati sia per gli impatti verticali che per quelli rotazionali. Ciò riflette meglio quello che può accadere in caso di incidente, rispetto ai soli impatti verticali attualmente testati in base ai requisiti legali.

Quali sono quindi i caschi che proteggono meglio dagli impatti secondo la Folksam?

L’etichetta “Best in Test” è stata assegnata all’Everest Alpine MIPS Helmet, che ha ottenuto il 30 % di risultati migliori rispetto al casco medio del test. Il Giro Nine MIPS e il casco da competizione Sweet Protection Volata MIPS sono stati premiati con “Good Choice”.

Casco ben allacciato anche sulle piste da sci dunque, impariamo a usare la testa anche sulla neve e soprattutto prestiamo un occhio di riguardo in più ai piccoli sciatori… MFM

 

Foto apertura:  by Johannes Langwieder on Unsplash

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità