Allenarsi a… indossare i tacchi alti senza dolori

I tacchi alti sono tanto belli quanto scomodi. In questo periodo pre natalizio, tra cene e party a non finire, farne a meno è quasi impossibile. Il Dott. Nicola Del Bianco, Chirurgo Ortopedico specializzato nelle patologie dell’avampiede, ci svela alcuni consigli per indossare i tacchi limitando al minimo i dolori e i fastidi.

I tacchi alti, gioia e dolori per molte donne, sono tanto belli quanto scomodi. In questo periodo pre natalizio, con party e cene a gogo, farne a meno è quasi impossibile. In questa intervista il Dott. Nicola Del Bianco, Chirurgo Ortopedico specializzato nelle patologie dell’avampiede, ci svela i suoi suggerimenti per indossare i tacchi limitando al minimo i dolori e i fastidi.

Tacchi alti senza (brutte) sorprese

Dott. Del Bianco, esistono esercizi per abituare i piedi ai tacchi (e sentire meno dolore quando li si indossa)?

La scarpa col tacco porta il piede ad assumere una postura forzatae il carico del peso sbilanciato sulla parte anteriore del piede causa problemi di circolazione. Per “allenare” i piedi ad affrontare questo sforzo è bene camminare scalzi quando se ne ha modo: è un esercizio naturale che distende e rilassa il piede. Anche lo yoga è utile, perché distende i nervi e quindi ci aiuta a sopportare sforzi passivi. Sono consigliati inoltre tutti gli esercizi che rendono le articolazioni del piede più mobili (soprattutto dell’avampiede e del mesopiede): basta poggiare le punte dei piedi sopra un gradino con il tallone sporgente verso l’esterno e sollevarsi diverse volte, oppure “rullare” il piede cercando di afferrare diversi oggetti, dal più grande al più piccolo, come bottiglie, palline da tennis, penne, fogli, etc.

Ci svela qualche accorgimento per limitare il dolore ai piedi?

Il classico cuscinetto in gel, applicato all’interno della scarpa con il tacco aiuta il piede a non scivolare. Inoltre, si tratta di un supporto morbido che affievolisce la pressione del peso del corpo sui piedi. Forse non tutti sanno che utilizzare un buon plantare anche nelle calzature “da riposo” aiuta ad affrontare lo sforzo dei tacchi quando necessario.

Esistono tipologie di tacco da preferire, anche in base alle diverse fisionomie del piede?

Più che la fisionomia del piede, è da valutare lo scarico del peso e compensare con la forma del tacco. Un tacco largoaiuta a supportare meglio il peso, così come anche la ”zeppa”, che protegge il piede e favorisce un buon bilanciamento.

Come possiamo dare sollievo ai piedi dopo una lunga serata sui tacchi? Ci svela degli esercizi plantari per distendere le articolazioni?

Tutto ciò che aiuta rilassare e allungare i tendini, un massaggio con le mani, far ruotare la pianta del piede su un oggetto sferico o tubolare (una palla o una bottiglia). Di  sicuro un pediluvio ha i suoi benefici, ma l’ideale è un impacco di argilla in polvere da erboristeria, che aiuta ad attenuare il gonfiore e fornisce un sollievo immediato.

Scheda: il dott. Nicola Del Bianco

Il Dott. Nicola Del Bianco è Medico Chirurgo specialista in Ortopedia, Traumatologia e Chirurgia del Piede. È co-fondatore del metodo PBS (Percutaneous Bianchi System) innovativa tecnica percutanea per la cura delle patologie del piede, come Alluce Valgo, Metatarsalgia, Dita a martello, Spina Calcaneare. Per informazioni più dettagliate: http://dottnicoladelbianco.com/ambulatori/o http://dottnicoladelbianco.com/cliniche/.

(MFM)

 

Foto apertura by Limor Zellermayer on Unsplash

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità