Zafferano: la spezia dalle mille virtù, amica degli sportivi

Lo zafferano è uno degli alimenti più ricchi di antiossidanti tra quelli presenti nella nostra dieta Mediterranea e si rivela un aiuto prezioso (anche) nell’alimentazione dello sportivo, poiché contribuisce a proteggere il fisico dopo lo sforzo fisico. Ne parliamo con la dott.ssa Monica Cimino, Nutrizionista Specialista in Scienza dell’Alimentazione, e con Zafferano 3 Cuochi. E vi regaliamo due tisane fai-da-te a base di zafferano, utili per il rilassamento post training.

Spezia dalle innumerevoli proprietà nutritive, lo zafferano è uno degli alimenti più ricchi di antiossidanti tra quelli presenti nella nostra dieta Mediterranea. Non solo: contiene sostanze carotenoidi come il licopene, nonché vitamina A, vitamine 
del gruppo B e vitamina C. Vanta proprietà digestive e stimolanti, aiuta ad attenuare i sintomi della sindrome premestruale e migliorerebbe persino il tono dell’umore. Inoltre, è efficace nello stimolare la memoria e l’apprendimento.

Lo zafferano si sta affermando anche un rimedio naturale molto efficace per alcuni disturbi legati allo stile di vita moderno, come stress e depressione. Ricerche scientifiche recenti hanno messo in luce come lo zafferano possieda proprietà benefiche che riescono ad agire sulla parte del sistema nervoso che regola i recettori sensoriali del movimento dei muscoli e delle articolazioni, esercitando un’azione calmante, analgesica e antispasmodica.

Lo zafferano e lo sport

Ma oltre a tutto questo, sapevate che lo zafferano è indicato per la dieta di uno sportivo?

Per districarci in questa tematica, abbiamo chiesto aiuto alla dott.ssa Monica Cimino, Nutrizionista Specialista in Scienza dell’Alimentazione, e a Zafferano 3 Cuochi, selezionato e inserito dalla prestigiosa rivista Forbes nella Guida delle 100 eccellenze italiane 2020 del settore enogastronomico, prodotto storico presente fin dal 1935 nelle cucine degli italiani.

L’alimentazione dello sportivo, più di qualunque altra, è soggetta a regole basilari che tutelano la salute e sono mirate a ottenere performance agonistiche migliori. Si tratta spesso di un modo di nutrirsi piuttosto rigido, che fa prediligere sempre gli stessi alimenti che si ripetono.

“Dobbiamo innanzitutto ricordare che tutto ciò che introduciamo nel nostro organismo – spiega la dott.ssa Cimino –  deve servire contemporaneamente:

-come benzina (calorie)

-come protezione (vitamine, minerali, fibre, antiossidanti)

-per la termoregolazione (acqua)

-per la manutenzione dei “pezzi” usurati (proteine per il rinnovo cellulare e tessutiale)”.


Il potere degli antiossidanti

La cosa più importante quando si fa sport, oltre a dare benzina al corpo in modo corretto, è certamente proteggerlo dallo sforzo e dagli agenti esterni. Come detto, per proteggere il corpo, sono fondamentali gli antiossidanti. Lo Zafferano 3 Cuochi, oltre a non avere potere calorico e a fornire quantità trascurabili di macronutrienti come i carboidrati (in altre parole, nelle dosi consigliate non ha potere calorico), è una potente fonte di antiossidanti capaci di annullare i radicali liberi.Quello che dovrebbe fare uno sportivo pertanto – continua la dott.ssa Cimino – è preparare una fonte di carboidrati, ad esempio cereali preferibilmente integrali, insaporiti con Zafferano 3 Cuochi insieme a una fonte proteica – meglio se pesce – il tutto condito con olio extra vergine di oliva e colorato con l’aggiunta di qualche verdura o ortaggio”, spiega la dott.ssa e come ben sappiamo noi che pratichiamo sport.

Dopo aver fatto sport, aggiungere Zafferano 3 Cuochi ai piatti ha anche altri vantaggi oltre a quello nutrizionale:

– è veloce e pratico: la polvere, contenuta nello speciale pergamino, scivola dolcemente facilitandone l’utilizzo e non se ne spreca neanche un granello. È consigliabile stemperare la polvere di zafferano in poca acqua o brodo caldi a aggiungerla poco prima di togliere i cibi dal fuoco, mescolando fino a quando non si amalgama uniformemente. In questo modo, avrete la certezza di preservarne l’aroma e le sue inconfondibili caratteristiche.

Lo zafferano è una delle poche spezie idrosolubili: deve essere immerso in acqua o liquido caldo per rilasciare il suo caratteristico colore e profumo.

– dona un gusto raffinato, un profumo e un colore unici, superiori alla media di mercato. È realizzato attraverso un’accurata selezione delle migliori partite e vanta i più elevati standard qualitativi, mantenuti costanti nel tempo, frutto di 85 anni di ricerca, innovazione ed esperienza

Seguendo questi semplici accorgimenti suggeriti dalla dott. ssa Cimino è possibile contribuire, dunque, a proteggere il proprio organismo anche dopo lo sforzo fisico.

Dopo lo sport, le tisane fai-da-te rilassanti a base di zafferano

Per aiutare i muscoli a distendersi, vi suggeriamo due tisane fai-da-te a base di zafferano, perfette per favorire il rilassamento post training. La prima si prepara versando il contenuto di una bustina di zafferano in una tazza di acqua bollente. Addolcite con un cucchiaino di miele e poche gocce di limone. La seconda è questa: ponete 1 cucchiaio di fiori di camomilla e 1 g di zafferano in polvere in un litro di acqua bollente. Lasciate in infusione per circa mezz’ora, mescolando di tanto in tanto. Filtrate e bevetene una tazzina lontano dai pasti, dolcificando a piacere con il miele. Bevetene al massimo 5 tazzine al giorno.

Abbiamo parlato di zafferano anche qui come Spezia del buonumore che fa bene anche a i muscoli.

(Simona Recanatini)

 

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità