Un weekend di remise en forme all’Abano Grand Hotel

Abano Grand Hotel di Abano Terme, vero e proprio tempio del benessere e luogo di charme, è la scelta perfetta per un weekend o una vacanza all’insegna della remise en forme. Alimentazione, relax, trattamenti spa e attività fisica hanno giocato un ruolo di primo piano nel nostro breve (ma efficace) percorso all’insegna del wellness. Ecco la nostra esperienza.

“Tre sono le componenti di cui sei formato: corpo, soffio, mente. Di queste le prime due sono tue, per quanto devi curartene; solo la terza è sovranamente tua”. Non potevamo trovare parole più calzanti di queste di Marco Aurelio per introdurvi nel meraviglioso mondo dell’Abano Grand Hotel di Abano Terme, un vero e proprio tempio del benessere. Qui abbiamo avuto l’occasione di partecipare a un weekend di “vera” remise en forme, nel corso del quale l’alimentazione, il relax, la cura di sé e i trattamenti spa hanno giocato un ruolo di primo piano nel nostro breve (ma efficace) percorso all’insegna del wellness. Andiamo con ordine.

L’Abano Grand Hotel di Abano Terme è un luogo magico, un luogo di charme dove il tempo sembra essersi fermato e dove vige la regola dell’accoglienza. Gestito con professionalità dalla famiglia Borile, proprietaria di 5 strutture nella zona con 5 diverse spa, questo hotel, tanto per cominciare, è l’unico 5 stelle Lusso di Abano e della provincia di Padova. Pur trovandosi in centro è immerso in un magnifico giardino di ventimila mq con ulivi, palme, ginko biloba e piante tropicali che ospita le piscine di acqua termale: il luogo ideale per passeggiate nel verde e pause di relax per recepire tutti i benefici dell’acqua termale (salso bromo jodica) sulla pelle, anche attraverso il percorso Kneipp. Meraviglioso.

Un weekend all’Abano Grand Hotel

Se l’esterno incanta, l’interno affascina: gli ambienti e le stanze, per esempio, sono arredati in un magnifico stile Luigi XV, con tessuti pregiati e scelte ricercate. Qui è facile sentirsi una principessa per un weekend…

Ma è entrando nella Anti-Aging Thermal Spa che l’esperienza di remise en forme inizia a concretizzarsi in modo suggestivo. La nuova Spa dell’hotel è il trait d’union tra l’antica tradizione termale romana (i romani andavano alle terme non solo per “passare le cure” ma anche per praticare sport, discutere di affari e di politica…) e il concetto di spa più moderno. In questo ambiente, che ricorda davvero l’interno delle grandi terme romane, tutto è stato studiato per farci (ri)trovare una nuova energia vitale.

Gran parte del merito è dell’acqua e del fango termale, grazie ai quali Abano si è fatta un’ottima fama in tutto il mondo. L’acqua termale di Abano appartiene alla categoria delle acque sotterranee profonde: proviene dai Monti Lessini nelle Prealpi ed è unica grazie al viaggio che compie per giungere fino ai Colli Euganei. Viaggia circa 25/30 anni nella roccia calcarea a profondità che superano i duemila metri nel sottosuolo: ecco perché riesce ad arricchirsi di preziosi sali minerali, il suo grande valore terapeutico, prezioso patrimonio di Abano Terme.

Parecchie sono le azioni benefiche dell’acqua termale di Abano: è antisettica, antiedemigena (fa sgonfiare), antinfiammatoria e svolge un’azione endocrina (per esempio è d’aiuto nella regolarizzazione del ciclo mestruale).

Il Fango Termale Maturo DOC

Dal canto suo, anche il fango di Abano è un elemento unico al mondo: è un sistema complesso formato da tre diverse componenti ovvero una solida di tipo argilloso, una idrominerale e una biologica vale a dire microalghe e cianobatteri.

Il fango di Abano porta nascosta dentro di sé l’antica storia nata nei Colli Euganei in cui i secolari laghetti danno appunto origine all’argilla che, trasportata nella Spa, viene messa in contatto con l’acqua termale per due mesi. Ecco che da argilla si trasforma in Fango Maturo.

Non è solo l’azione del caldo a far sì che il Fango Termale Maturo DOC (o Argilla Bio Termale) faccia così bene: abbiamo infatti scoperto sulla nostra pelle, è proprio il caso di dirlo, che le alghe sono in grado di produrre delle sostanze ad azione detossinante e antiossidante. Come se non bastasse, vengono colonizzate da un batterio, che esiste solo qui ad Abano, che produce un fortissimo effetto antinfiammatorio. Nel fango troviamo betacarotene, luteina e licopene ma anche C-ficocianina e C-alloficocianina (dalla spiccata attività antiossidante). Diversi studi rivelano proprio che il Fango Termale può essere considerato un fitofarmaco metabolico: studi della prof. Fioravanti (2004) evidenziano per esempio che un programma di 3 settimane di dieta associata a fango-balneoterapia ha indotto in pazienti obesi una riduzione statisticamente significativa di peso corporeo, BMI, trigliceridi, colesterolo, glicemia ecc. In particolare, l’abbinamento di dieta Mediterranea “light” e i trattamenti spa con fanghi, oggetto di uno studio da parte della dottoressa Fornasini, ha messo in evidenza risultati interessanti sul fronte della perdita di peso e sul raggiungimento di un migliore stato di salute sui pazienti obesi.

#ProvatoPerVoiDaMyFitnessMagazine

Nel nostro caso, abbiamo testato un Fango detox: consiste in 3 diverse applicazioni di Argilla Bio Termale per ottenere 3 effetti separati: il primo è quello terapeutico sulle articolazioni dovuto all’applicazione di Argilla Bio Termale calda sulle zone prescritte dal medico (nel nostro caso 42°C). Il secondo è la pulizia profonda dell’epidermide grazie ai principi detox miscelati nella Argilla Bio Termale. Il terzo stimola la disintossicazione del fegato con un impacco di Argilla Bio Termale Detox mirato sull’organo. Dopo aver tenuto in posa il fango per il tempo indicato si procede a un invitante bagno in acqua ipertermale sorgiva e microdinamizzata alla quale vengono aggiunte microalghe termofile. Il tutto termina con un massaggio con olio vitaminico che idrata e migliora l’elasticità della pelle. Dobbiamo dire che l’esperienza si è…fatta sentire: fin dalla prima seduta la pelle si è rivelata più luminosa, compatta e nutrita.

L’operatrice ci ha ricordato di bere parecchio dopo il trattamento e di non andare a correre o a svolgere attività fisica intensa. L’abbiamo presa in parola e ci siamo dedicate al relax con un super trattamento viso a base di bava di lumaca…

Programma personalizzato

Qui all’Abano Grand Hotel il programma di remise en forme è stato studiato per creare le condizioni psicofisiche ottimali affinché la persona possa riavvicinarsi al suo equilibrio e mantenere i benefici conquistati anche dopo il soggiorno all’Hotel. Al nostro arrivo, il percorso è iniziato con la visita medica, nel nostro caso con la dottoressa Francesca Fornasini, nutrizionista specialista in Idrologia Medica. La dottoressa analizza lo stato di salute generale e personalizza il programma scegliendo i trattamenti più idonei per le necessità individuali. Inoltre, la dottoressa Fornasini ci ha sottoposti al test di valutazione dello Stato Ossidativo (o squilibrio Redox): attraverso il semplice prelievo di un po’ di sangue capillare, il test misura la concentrazione di radicali liberi e di antiossidanti presenti nel sangue.

Il test di valutazione dello stato ossidativo

“Come sappiamo, purtroppo l’inquinamento, l’abuso di alcool, un’alimentazione scorretta, esercizio fisico inadeguato, assunzione di farmaci e via dicendo sono alcune della cause dello stress ossidativo, indotto nel nostro organismo da uno squilibrio tra produzione di specie chimiche reattive (radicali liberi) e fisiologiche capacità di difesa (antiossidanti)” spiega la dottoressa Fornasini. “Il termine stress ossidativo indica l’insieme della alterazioni che si producono nei tessuti, nelle cellule e nelle macromolecole biologiche quando queste sono esposte a un eccesso di agenti ossidanti. L’effetto? Alterazioni metaboliche, danno e morte cellulare” aggiunge Fornasini. “Se le difese antiossidanti della cellula dell’organismo sono insufficienti a mantenere lo stato Redox in equilibrio e la situazione di stress è prolungata, l’eccesso di radicali liberi dell’ossigeno e dell’azoto può generare alterazioni vitali che a lungo andare diventano irreversibili” avverte la dottoressa.

Accento sulla dieta Mediterranea

Nel nostro soggiorno all’Abano Grand Hotel abbiamo potuto testare a pranzo e a cena il ristorante Pietro d’Abano diretto dal maitre Renzo Bacchin. In cucina a dirigere i lavori lo chef Claudio Casarin, che ogni giorno crea ricette che non dimenticano la salute e il benessere e puntano con decisione ai dettami della dieta Mediterranea. Ingredienti sani, creatività e un tocco di leggerezza caratterizzano le sue proposte, con una certa attenzione all’utilizzo di frutta e verdura di stagione, di olio extra vergine di oliva, di cereali. Qualche esempio delle sie proposte?  Zuppa di lenticchie con polpa di ostriche, il Millefoglie gratinato con porcini e crescenza, l’Insalatona detox con misticanza, quinoa reale, rape rosse, fave, bocconcini di tonno al sesamo. Ogni giorno il ristorante offre un ricco buffet di antipasti, verdure al vapore, insalate, dolci, frutta fresca e, immancabile, il carrello dei formaggi.

Per chi lo desidera è disponibile anche un menu in regime ipocalorico e i piatti più leggeri sono sempre messi ben in evidenza sul menu, sia a pranzo che a cena, così come quelli vegetariani.

La colazione è servita invece al Ristorante Giotto dalle 7.30 alle 10.30 del mattino. Lo chef prepara uova, spremute e centrifughe e nel ricco buffet non mancano dolci, cereali, frutta fresca e frutta secca.

Durante il nostro soggiorno all’Abano Grand Hotel abbiamo avuto l’opportunità di assistere a una lezione di Dieta Mediterranea del prof. Agostino Grassi, dedicata anche a tutti gli chef degli hotel del gruppo GB Thermae Hotels. Il professore ha ricordato come la Dieta Mediterranea, iscritta dall’Unesco nella lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, sia “insieme di competenze, conoscenze, riti, simboli e tradizioni, che vanno dal paesaggio alla tavola”. Gli alimenti principali su cui è basata sono i cereali, il pane, le verdure, l’olio extra vergine di oliva, il pesce (consumato in dosi maggiori rispetto alla carne), il vino.

Ritrovare la forma fisica all’Abano Grand Hotel

Per restare in tema di dieta Mediterranea, non possiamo non parlarvi del Rituale Peeling e Trattamento all’olio di oliva che abbiamo provato nella Spa. Si tratta di un massaggio esfoliante a base di olio caldo arricchito da vitamina E, colato sul corpo e massaggiato con polvere di noccioli. Viene poi applicata una maschera ad azione antiossidante a base di olive verdi che nutre la pelle in profondità liberandola dalle impurità e la prepara al massaggio finale. Da svenire…

Morale: un soggiorno termale, anche solo di un weekend lungo, è una buona occasione per una reale remise en forme. Le cure fango-balneoterapiche proposte qui all’Abano Grand Hotel di Abano Terme, associate all’alimentazione equilibrata e in stile dieta Mediterranea, all’attività fisica che si può praticare insieme al personal trainer (l’hotel dispone di due palestre, una riservata esclusivamente alle lezioni con il PT mentre l’altra è un Fitness Centre Technogym) fino ai trattamenti rilassanti e drenanti per il corpo contribuiscono a far ritrovare la forma fisica. E il sorriso, aggiungiamo noi. Perché, avverte Marco Aurelio, sovrano illuminato e importante filosofo storico, “ricorda sempre di quante trasformazioni tu stesso sei stato partecipe. Pensaci sempre”. Noi adesso iniziamo a pensarci…

Altre idee per una breve vacanza all’insegna della remise en forme qui e qui.

(Simona Recanatini)

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità