La pt Cinzia Galletto e la sua passione per il Pilates

La trainer Cinzia Galletto, figura di primo piano nel mondo del pilates, ha iniziato la sua carriera come ginnasta agonista ed è stata campionessa di aerobica competitiva. Ma è stato l’incontro con Ron Fletcher, allievo diretto di Joseph Pilates, a far decollare la sua carriera definitivamente. Conosciamola più da vicino.

Cinzia Galletto è una figura di primo piano nel mondo del pilates. Insegnante di pilates dal 2000, sportiva da una vita, ha iniziato la sua carriera come ginnasta agonista ed è stata campionessa di aerobica competitiva. Nel 2011 ha avuto la fortuna di incontrare Ron Fletcher, allievo diretto di Joseph Pilates e lì la sua carriera ha avuto una svolta. Per conoscerla più da vicino, MyFitnessMagazine le ha rivolto alcune domande.

Cinzia Galletto e il pilates

Cinzia, ci racconti due cose su di te e il tuo percorso nel mondo del fitness?

Sono praticamente nata con il gene del movimento super attivato, mia madre ha fatto una mezza maratona quando era incinta di me di 7 mesi! Sono entrata in una palestra per la prima volta a 5 anni per fare ginnastica artistica e da lì non sono più uscita; affascinata da come si preparavano i corpi per le gare e da come si imparavano le varie skills, feci il classico tema delle elementari dove si chiedeva cosa vuoi fare da grande: la mia risposta fu che avrei fatto l’insegnante di ginnastica! La ginnastica l’ho mantenuta fino ai 14 anni poi ho giocato a softball per un anno e poi sono entrata nel mondo dell’aerobica, da lì feci il primo corso insegnanti e iniziai a praticare nelle palestre, tanti aggiornamenti e poi nel 2000 l’incontro con il Pilates e il perfezionamento del movimento comprendendone ancora più a fondo i “retroscena”. Nel 2011 ho avuto la fortuna di incontrare Ron Fletcher, allievo diretto di Joseph Pilates e lì la mia carriera ha avuto una grande svolta. Ho studiato con lui che mi ha premiato facendomi diventare docente formatore per la sua scuola, un vero onore. Ora continuo a insegnare movimento e condivido con piacere con gli insegnanti che ho formato personalmente e anche con quelli che vogliono approfondire la mia esperienza nel mondo del movimento fondendo la profonda conoscenza del Pilates al mio background di ginnasta.

“Ho studiato con Ron Fletcher, allievo diretto di Joseph Pilates, che mi ha premiato facendomi diventare docente formatore per la sua scuola, un vero onore”

Quale strada hai intrapreso a livello di certificazioni?

Per quanto riguarda il Pilates ho seguito diverse scuole in Italia per poi dedicarmi interamente allo studio con Ron Fletcher e acquisendo con lui il livello più alto di formazione, 750 ore di studio e altre 200 tra tirocinio e pratica personale.

Come si svolge la tua giornata-tipo?

Sono una donna da rituali: mi permettono di essere presente a me stessa, concetto importante in un periodo storico dove l’ansia la fa spesso da padrone. La mattina sveglia alle 7.30, pipì, netta lingua, un bel bicchiere di acqua e limone e beauty care del viso. Un pò di lavoro online, colazione sana ricca di ingredienti naturali e non raffinati cucinati da me, allenamento e poi lavoro. Con i clienti ora soprattutto online viste le restrizioni causa Covid. In pausa pranzo via all’aria aperta con i miei cani: adoro! La sera, dopo cena, doccia, beauty care viso e relax in famiglia con una tisana, un buon libro o qualche serie tv.

Quanto conta l’alimentazione nella tua attività?

Per me è essenziale, è il carburante che permette al mio corpo di essere efficiente sia dal punto di vista fisico ma anche e soprattutto mentale.

Quali sono secondo te i punti chiave di una preparazione ottimale?

Alimentazione equilibrata, allenamento programmato e mirato alla persona che comprenda diversi stimoli motori, idratazione adeguata e riposo. Il tutto cosiderando lo stile di vita della persona.

I plus del pilates dal tuo punto di vista.

Pilates non è solo una serie di esercizi ma un concetto che va applicato alla vita quotidiana, che poi è il segreto per eccellere in qualsiasi attività; chi corre in Formula Uno sa guidare ma non ha esplorare la guida solo attraverso la scuola guida che abbiamo fatto tutti, ha approfondito e capito come guidare l’auto in ogni condizione, capendone anche i limiti. Questo è il Pilates!

Qual è il tuo personale concetto di benessere?

Una mente serena (aspetto difficile, che richiede costante lavoro) predisposta al lavoro. Con pazienza e perseveranza si ottengono grandi risultati in ogni campo della vita, questo condito da un reale amore verso se stessi  (altra cosa spesso non facile…).

“Con pazienza e perseveranza si ottengono grandi risultati in ogni campo della vita, questo condito da un reale amore verso se stessi”

Come ti alleni?

Mi alleno diversificando gli stimoli motori, quindi nella stessa settimana prevedo sessioni di Pilates e mobilità, stretching e rilassamento miofasciale, cardio. Adoro il trekking e la mountain bike, l’allenamento con i sovraccarichi ma anche l’allenamento calistenico.

Un esercizio irrinunciabile per il tuo fisico e uno “passe-partout” da fare tutte le mattine?

Irrinunciabile per me è fare lo stretching della catena posteriore, da fare tutte le mattine. Ho fatto un video tutotrial, che potete trovare sul mio profilo Instagram, di mobilizzazione della colonna da seduti che prende proprio 5 minuti: consigliatissimo!

Quali sono i falsi miti più comuni da cui si deve difendere chi vuole allenarsi seriamente?

Il Pilates fa la pancia piatta: certo, può essere una conseguenza, ma bisogna vedere all’origine perché c’è la pancia… Sovrappeso? Il Pilates NON è la soluzione. Digestione difficile o disbiosi intestinale? Il Pilates NON è la soluzione. Postura rilassata, atteggiamento stile couch potato? Sì, il Pilates può aiutarti…

Quali sono i tuoi modelli sportivi?

Nastia Lukin, meravigliosa, e OOna Kivela, una donna davvero forte e performante.

In sala la parola d’ordine è…

Respira!

Hai un contatto diretto con il pubblico: cosa suggeriresti per motivare le persone all’esercizio fisico?

Accettare i propri limiti e cercare la perfetta imperfezione gioendo del movimento e sentendo la vita che scorre nei muscoli gonfi e ossigenati.

“Respirate, la vita è movimento!” ci esorta Cinzia Galletto. Facciamolo!

Ringraziamo Cinzia Galletto per il tempo che ci ha dedicato e vi invitiamo a seguirla sul suo canale IG: ne vale davvero la pena e capirete immediatamente la differenza tra chi si improvvisa a dare lezioni di pilates sui social e chi invece ha fatto della professionalità e della dedizione allo studio il proprio biglietto da visita…

Abbiamo parlato di Pilates anche qui a proposito dei 5 buoni motivi per iniziare a praticare Pilates… Che ne dite di ripassarli?

(Simona Recanatini)

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità