Fitness outdoor interattivo al Parco Sempione con Levissima

Dalla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Milano e Levissima è nata una nuova area fitness per il Parco Sempione di Milano completamente nuova in termini di impatto ambientale e totalmente interattiva, per garantire a tutti i cittadini di vivere lo sport all’aria aperta in maniera ecosostenibile e innovativa.

Al Parco Sempione con Levissima. Sì, il Parco Sempione tanto caro ai runner milanesi e consacrato come uno dei luoghi più amati per praticare  sport in città, diventa ancora più “fit oriented” grazie al progetto di valorizzazione degli spazi pubblici e del verde  fortemente voluto dal Comune e sostenuto da Levissima.

Una nuova area fitness davvero green e con attrezzi adeguati anche alle esigenze degli sportivi più esigenti, che è stata creata grazie all’attività di raccolta e di sensibilizzazione attivata nel corso della Milano Marathon dello scorso aprile, di cui Levissima è stata protagonista in qualità di Acqua Ufficiale della manifestazione.

Con l’equivalente delle bottiglie di PET raccolte nel corso della manifestazione podistica grazie al supporto di AMSA, società del Gruppo A2A, che ammontano a circa 7 tonnellate tra plastica e lattine, è stato recuperato e rigenerato il percorso vita già esistente all’interno di Parco Sempione, donandogli una nuova anima totalmente green e coniugando tradizione e innovazione per uno spazio che possa essere il più inclusivo possibile, stimolando l’attività fisica e la promozione di uno stile di vita sano.

Al Parco Sempione con Levissima

Un restyling sostenibile che rende Parco Sempione ancora più vivibile e attrattivo per gli sportivi milanesi.  “Lavoriamo per uno sviluppo sostenibile e lo facciamo in collaborazione con le Istituzioni per coinvolgere le comunità locali in cui operiamo in iniziative di educazione al riciclo, che possano dare riscontri tangibili come la nuova area fitness. Un progetto dal valore sociale, economico e ambientale che dimostra concretamente il riuso della plastica, divenuta un bene utile al territorio e alle singole persone” ha dichiarato Federico Sarzi Braga, Presidente e Amministratore Delegato Gruppo Sanpellegrino durante la conferenza stampa di presentazione della nuova area.

Una conferenza a cui ha partecipato anche l’assessore al verde Pierfranceso Maran e l’assessore allo sport Roberta Guaineri. Quest’ultima amante dell’attività fisica e da sempre attiva e partecipe alle manifestazioni sportive milanesi, ha testato in anteprima, insieme alla stampa presente all’inaugurazione, il nuovo percorso,  cimentandosi in una corsa intorno al Parco per provare i nuovi attrezzi interattivi.

Il circuito “interattivo”

Un circuito (o percorso vita come si diceva ormai qualche annetto fa) che conta 15 stazioni, ognuna delle quali è stata allestita con attrezzi da palestra (realizzati in plastica riciclata) come step, leg extension, barre per le trazioni, vogatori, ecc.

In ogni stazione è presente un cartello provvisto di QR Code che è possibile scannarizzare con il proprio smartphone per poter visualizzare i videodimostrativi degli esercizi (realizzati dal maratoneta Daniele Vecchioni) e vivere così un’esperienza di fitness outdoor davvero interattiva.

Gli attrezzi sono facili da utilizzare e fruibili anche dai meno esperti proprio per avvicinare tutti i cittadini all’attività fisica outdoor.  Inoltre per le persone che non sono dotate di smartphone (anche se ormai anche i nostri nonni sono diventati super tecnologici) è possibile leggere le istruzioni per eseguire l’esercizio direttamente sul cartello (anch’esso in plastica riciclata) presente in ogni stazione.

Ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente

Questo progetto fa parte di un impegno a 365° voluto da Levissima, brand impegnato nella ricerca di soluzioni che permettano di ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente, a partire dall’innovazione delle bottiglie. Levissima utilizza il 30% di BIOPET, plastica 100% riciclabile proveniente da materie prime rinnovabili come la canna da zucchero, per la sua gamma Litro e 50 cl e, entro il 2025, si è impegnata a eliminare il 50% del PET utilizzato per le sue bottiglie attraverso la sostituzione con BIOPET (plastica a base vegetale) e RPET (PET riciclato). Da oltre dodici anni, inoltre, il brand rende concreto il suo impegno con diversi progetti, a partire dalla cura per gli ambienti montani da cui essa stessa proviene: ne è un esempio la collaborazione con l’Università degli Studi di Milano per lo studio e la protezione dei ghiacciai italiani.

L’anima green del brand si denota anche nella logistica attraverso l’impiego sistematico di treni per trasportare oltre il 40% dell’acqua minerale, a cui si affiancano i mezzi alimentati a LNG (Gas Naturale Liquefatto), il combustibile fossile meno inquinante attualmente disponibile. A contribuire, anche il progetto “Sharing Factory” di rinnovamento dello stabilimento di produzione e valorizzazione del territorio, che mette al centro il risparmio energetico e l’utilizzo responsabile delle risorse, per renderlo sempre più integrato e rispettoso dell’ambiente in ogni fase della produzione industriale.

Altri articoli su Levissima qui e qui.

(A.L.)

 

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità