A Ferrara in bicicletta di giorno e di notte per la Bike Night

Ferrara, patria del cicloturismo, offre tanti gli itinerari su due ruote: in città, al mare, tra gli scenari naturalistici unici del Parco del Delta del Po. E per chi volesse pedalare anche di notte il 15 giugno 2019 c’è la Bike Night. Tutti a Ferrara in bicicletta!

Ferrara in bicicletta: certo, non  lo scopriamo adesso che è una delle città più avanti sul fronte del cicloturismo. Al punto che per gli amanti delle due ruote c’è anche la possibilità di pedalare… di notte, arrivando fino al mare. Si tratta della Bike Night, una coinvolgente pedalata in notturna che sabato 15 giugno 2019, per la sua tappa ferrarese, vede la partecipazione di migliaia di appassionati delle due ruote, pronti a percorrere insieme 100 km, dalla centralissima Piazza Trento e Trieste di Ferrara lungo la ciclovia del Po, fino alla spiaggia del Lido di Volano, da mezzanotte all’alba. Una grande festa a Ferrara in bicicletta per celebrare l’arrivo dell’estate lungo gli itinerari che al tempo degli Estensi erano solcati dall’acqua e che adesso tracciano strade bellissime tra la natura del Parco del Delta del Po e la storia. Il percorso della Bike Night Ferrara – Mare,  rappresenta il primo degli appuntamenti organizzati da Witoor Srl, seguiranno:  Milano-Lago Maggiore, Assisi-Norcia, Udice-Alpe Adria, Bolzano-Villabassa, Verona-Lago di Garda e un percorso nelle Marche (www.bikenight.it)

Con Visit Ferrara, che unisce circa 90 operatori turistici di tutta la Provincia, si può partecipare alla Bike Night ferrarese usufruendo del codice sconto “bikenight2019” per prenotare un soggiorno con il 15% di sconto sul sito www.visitferrara.eu, naturalmente per la notte prima e la notte dopo l’evento e vivere una vacanza a pedali nel territorio.

A Ferrara in bicicletta

Tra i tanti itinerari consigliati da Visit Ferrara per un viaggio su due ruote, c’è il bellissimo percorso sulle Mura di Ferrara, luogo di relax nel verde molto amato dai ferraresi. È lungo circa 12 km e segue le linee delle Mura che abbracciano il centro storico, permettendo di immergersi in un giardino unico nel suo genere. La partenza è fissata al Castello Estense per percorrere lo storico Corso Ercole I d’Este fino alla Porta degli Angeli, dove comincia l’itinerario delle Mura che si può seguire pedalando sul terrapieno o nel vallo in basso fra torrioni, cannoniere, baluardi, porte e passaggi. La passeggiata può continuare verso Via delle Erbe, scoprendo la particolare campagna urbana.

Pedalare nella storia degli Estensi

Spingendosi oltre Ferrara, molto interessante è il percorso tra le Delizie Estensi, Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Si parte da Argenta dove ammirare la Pieve romanica di San Giorgio, il monumento più antico della Provincia di Ferrara e si prosegue tra gli scenari di una delle più vaste zone umide d’acqua dolce d’Italia, con la possibilità di fermarsi al Museo naturalistico delle Valli e al Museo della Bonifica. Si pedala lungo il percorso del Primaro – che da Ferrara, correndo sull’argine sinistro del paleoalveo del Po di Primaro prima e su quello del Reno poi, arriva al mare – e si procede facendo tappa a Consandolo, per continuare tra campi e frutteti fino a Benvignante, dominata dal torrione merlato della Delizia voluta da Borso d’Este. Di nuovo in strada, si segue la via verso Portomaggiore, dove visitare la Delizia del Verginese, piccolo castello donato da Alfonso I d’Este all’amante Laura Dianti. E poi tornare verso Voghiera, dove un tratto di ciclabile conduce alla Delizia del Belriguardo, detta la Versailles degli Estensi per i suoi eleganti giardini e la sua architettura.

Argenta è fulcro di percorsi per esplorare la Bassa ferrarese. Il PrimaroBike parte da Ferrara fino ad Argenta e poi segue verso il mare, alternando asfalto, sentieri battuti ed argini del Po per 85 km, che giungono fino alle Valli di Comacchio. L’Anello delle Valli di Argenta, che si interseca a questo, permette di visitare il Museo delle Valli di Argenta.

Lungo il percorso cicloturistico Destra Po 

Tra la sabbia dei Lidi di Comacchio e le meraviglie naturalistiche del Parco del Delta del Po, si snoda la Destra Po, che conduce fino al mare, con una deviazione nell’antica foresta del Bosco della Mesola con i suoi cervi. Pedalando all’ombra degli alberi, ci si immerge nell’Oasi di Cannevié e Porticino, dove è bello fare birdwatching. Raggiungendo il Taglio della Falce si può ammirare un panorama che abbraccia il Bosco della Mesola, la foce del Po di Volano e la Sacca di Goro. Sulla Strada Acciaioli si aprono allo sguardo i pascoli sul bacino d’acqua della Valle Bertuzzi in cui vivono allo stato brado mandrie di cavalli, che ricordano quelli francesi della Camargue. È il momento di visitare l’Abbazia di Pomposa con la sua architettura romanica, prima di puntare verso Comacchio.

Verso i Lidi o le Valli di Comacchio?

Dopo aver respirato l’atmosfera marinara tra ponti scenografici, canali, casette colorate e palazzi storici del centro comacchiese – senza dimenticare di scoprire la memoria della lavorazione dell’anguilla nella Manifattura dei Marinati e gli straordinari reperti di archeologia del Museo Delta Antico – si prende la ciclabile che conduce fino ai Lidi o l’itinerario più interno di 27 km fra le Valli di Comacchio, con i suggestivi casoni di pesca, le strette stradine che solcano lagune in cui si specchia il cielo e la vegetazione, per arrivare all’Oasi di Boscoforte, scrigno di biodiversità.

Le opportunità di Visit Ferrara

Nella città delle biciclette non possono mancare servizi adeguati, come ad esempio noleggi bici, accessori e assistenza tecnica personalizzata grazie a Bici Delta Po. Per chi invece vuole viaggiare con la propria bicicletta troverà strutture ricettive bike friendly, come ad esempio l’Hotel Astra con ricovero al chiuso e ristorante interno, oppure l’Hotel Carlton che offre un deposito bike videosorvegliato, angolo officina e servizio lavanderia. Presso l’Hotel Annunziata, dove è possibile anche noleggiare le biciclette, di fronte al Castello Estense, potete lasciare le bici e prendere le footbike dell’albergo per un’esperienza di visita nuova, mentre al R&B Delizia Estense potete arrivare direttamente in e-bike e, grazie al ricovero al chiuso e alla presa di ricarica, potrete visitare Ferrara in tranquillità.

Itinerari guidati

Per una vacanza in bicicletta senza pensieri, grazie a Link Tours Bike troverete le offerte che fanno per voi. Con “Weekend all’aria aperta in bicicletta a Ferrara e nella sua Provincia” di 3 giorni, è previsto un itinerario guidato dal venerdì alla domenica, che comincia dal centro storico della città estense e le sue antiche mura, continua verso Ostellato, con tappa alle più belle Delizie Estensi, pedalando tra le acque dolci popolate di aironi che si nascondono nei canneti e le ninfee, per raggiungere l’Abbazia di Pomposa. Il pacchetto di 3 giorni (a partire da 310 euro a persona) include 2 notti in hotel, una a Ferrara e una a Ostellato con prima colazione e cena, trasporto bagagli e una degustazione di Vini delle Sabbie.

Da Argenta a Comacchio

La proposta di 4 giorni “Tra natura e storia nella Provincia di Ferrara” prevede un tour guidato da Argenta e Comacchio, pedalando sospesi sulle acque del Parco del Delta del Po fra uccelli rari e fenicotteri rosa e poi attraverso alcuni dei 7 Lidi di Comacchio fra spiagge e pinete, fino all’Abbazia di Pomposa, per proseguire lungo il Po di Volano e dunque verso Ostellato e poi scoprire le Delizie Estensi prima di giungere a Ferrara. Il pacchetto (a partire da 395 euro a persona) include 3 notti in hotel tra Comacchio, Delta del Po e Ostellato, prima colazione, 2 cene, il trasporto bagagli e una degustazione di Vini delle Sabbie. Pronti a scoprire tutto di Ferrara in bicicletta? Se volete scoprire altri itinerari in bici, eccone uno in Austria (qui) e uno tra i vigneti del Soave (qui)… MFM

Foto: by Witoor e Visit Ferrara

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità