StoneBrixiaMan: oltre 6.000 metri di dislivello tra nuoto, bici e corsa

Sono oltre 6.000 metri di dislivello tra nuoto, bici e corsa per i magnifici 100 di StoneBrixiaMan: sabato 2 luglio a Ponte di Legno (BS) il durissimo triathlon full distance, tappa dell’Extreme Triathlon Series, per incoronare gli StoneMen 2022 da tutta Europa.

Nell’oscurità silenziosa delle prime ore del mattino, ancora una volta, avrà inizio quell’ascesa di oltre 6.000 metri dalle emozioni travolgenti, tra nuoto, ciclismo e corsa, chiamata StoneBrixiaMan.

Sabato 2 luglio a Ponte di Legno l’extreme triathlon su distanza Ironman, organizzato da TriO Events in partnership con Regione Lombardia, Provincia di Brescia e Comune di Ponte di Legno, proietterà 100 triatleti in un viaggio tra fatica e introspezione, faccia a faccia con le proprie paure e i propri limiti, dalle acque del Lago d’Iseo fino ai 2.600 m slm di passo Paradiso.

TRA NUOTO, BICI E CORSA

In un tempo massimo di 20 ore dovranno conquistare le tre frazioni full distance: 3,8 km a nuoto guidati nella notte solo dalla luce di un faro, seguiti da 175 km in bici tra le province di Brescia e Sondrio con il superamento dei tre infernali passi Aprica, Mortirolo e Gavia, per finire con 39 km di corsa sui sentieri sterrati dell’alta Valle Camonica.

Domenica 3 luglio, alle ore 12 in piazza XXVII Settembre a Ponte di Legno, sarà celebrata, come da tradizione, la solenne cerimonia di premiazione: “Siamo orgogliosi che da ben 15 Paesi (Italia, Repubblica Ceca, Romania, Polonia, Austria, Svezia, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Russia, Portogallo, Gran Bretagna, Spagna, Slovacchia), dichiara Andrea Visconti di TriO Events anche quest’anno abbiano scelto di allenarsi duramente per condividere con noi questa impresa. Tutti i finisher saranno protagonisti e incoronati StoneMen 2022 con la consegna dell’emblematica pietra. L’uomo e la donna più veloci entreranno inoltre a far parte dell’albo d’oro della manifestazione”.

Da ben 15 Paesi (Italia, Repubblica Ceca, Romania, Polonia, Austria, Svezia, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Russia, Portogallo, Gran Bretagna, Spagna, Slovacchia) 100 coraggiosi atleti sfideranno i propri limiti tra nuoto, bici e corsa per oltre 6.000 metri di dislivello. 

Dal 2021 la sfida ha saputo affermarsi per la sua durezza tanto da divenire tappa del circuito internazionale Extreme Triathlon Series, insieme a Winterman CZECH Xtreme Triathlon, Knysna Extreme Triathlon, Pirene Xtreme Triathlon, Austria eXtreme Triathlon. Per chi completerà entro tre anni le cinque gare si apriranno le porte dell’élite Hall of Fame Extreme Triathlon Series.

I TRACCIATI DELLE TRE FRAZIONI

Un battello traghetterà gli atleti, in uno stato di concentrazione e tensione, sulla sponda del lago d’Iseo in località Tavernola Bergamasca, da cui partirà alle ore 4 la frazione di nuoto (3.8 km). Il tracciato seguirà una linea retta per attraversare lo specchio d’acqua destinazione T1 a Sulzano, con cut-off alle ore 6.

La frazione bici (175 km) dominerà l’intera Valle Camonica, con un dislivello positivo complessivo di 4.300m da sostenere in massimo 11 ore. Dopo 75 km, i triatleti affronteranno a Edolo il passo Aprica (1.176 m slm), proseguendo poi per raggiungere il Mortirolo (1.852 m slm). Dopo una ripida discesa fino a Monno, si risalirà verso Ponte di Legno, per un bagno di folla nel centro storico (km 140 – 1.200 m slm). Da qui l’attacco al passo Gavia (2.621 m slm), dove è collocato un giro di boa prima dell’ultima discesa alla T2 in piazza a Ponte di Legno.

La frazione di corsa (39 km) andrà dai 1.200 m slm ai 2.600 m slm della finish line, da terminare in 7 ore. Nei primi 20 km nei pressi di Ponte di Legno e del fondovalle si toccheranno le frazioni di Zoanno, Precasaglio e Villa Dalegno, per passare sul versante opposto nel centro di Temù, di Valbione (1.500m) e nuovamente a Ponte di Legno per il secondo bagno di folla (km 20).

Attraverso la pista da sci, un’ultima salita finale condurrà al passo del Tonale (1.883m slm), dove è collocato il check point di T3 con cut-off orario alle ore 21 (km 31).

I 7 km conclusivi (800m di dislivello) verso il passo Paradiso saranno su un sentiero di alta montagna nella val Presena, per un dislivello positivo complessivo dell’ultimo segmento di 2.200 m.

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità