Verso Rio 2016. Tania Cagnotto: “anche nell’alimentazione serve disciplina”

cagnotto vert

Il conto alla rovescia sta per cominciare. Manca davvero poco all’inizio dei Giochi Olimpici, in programma a Rio de Janeiro dal 5 agosto. La preparazione atletica sta arrivando al culmine e un ruolo importante lo sta giocando l’alimentazione. Tania Cagnotto, la tuffatrice europea con il maggior numero di podi in carriera, è una delle atlete maggiormente attese. L’atleta è testimonial dell’iniziativa #SedentariVersoRio, il programma di training e alimentazione dedicato a tutti i sedentari d’Italia che cercano di tenersi in forma pur senza praticare un’attività sportiva organizzata (ne abbiamo parlato qui). Il progetto, consultabile sul sito www.sedentariversorio.it, è promosso dal blog W il Pollo (www.vivailpollo.it), piattaforma che Unaitalia (l’associazione di riferimento del settore avicolo) dedica ai milioni di chicken lovers. La nostra Cagnotto, dicevamo, è la tuffatrice europea con il maggior numero di podi in carriera e la medaglia d’oro nel trampolino da 1 m conquistata ai mondiali di Kazan l’ha consacrata fra le atlete più forti di sempre. Non è difficile immaginare che l’appuntamento con Rio, per la nostra azzurra, abbia un sapore speciale e i giorni che precedono le Olimpiadi siano scanditi da una preparazione intensa. Una routine che inizia presto al mattino, composta da stretching, ginnastica artistica, salti mortali e naturalmente acqua, ogni giorno, mattina e pomeriggio. Poi, per ben 3 volte alla settimana, la campionessa si dedica anche a pesi e atletica. Quando è in gara non ha nessun gesto scaramantico ma un numero portafortuna, il 2, e un quadrifoglio tatuato sul polso. La sua disciplina le impone di mantenere un regime alimentare sano e leggero durante la settimana e senza colpi di testa nel weekend. Tania Cagnotto ha una debolezza, ovvero sostiene di non saper resistere a qualche “cibo proibito”, in particolare pizza e birra, quando è lontana dalle gare. Il suo menù tipo? “Si parte al mattino con una colazione a base di pane di farro, ricotta e un caffè, per pranzo una pasta condita in modo molto semplice, in bianco o col tonno; per cena carne, preferibilmente bianca e verdure, oppure minestre di legumi” spiega la nostra atleta. Insomma, l’alimentazione gioca un ruolo essenziale per le sue prestazioni e nella sua dieta non manca il pollo che consuma fino a 3 volte a settimana. “Apprezzo, delle carni bianche, la leggerezza e la digeribilità: per me è fondamentale assumere proteine ma senza appesantirmi”. Dalle sue parti, nel Sud Tirolo, amano cucinare il pollo abbinandolo a ingredienti locali, come mele o noci, oppure funghi e panna, mentre lei preferisce una maniera più semplice, anche per via del poco tempo da dedicare agli esperimenti culinari. Ovvero, pollo con il limone oppure in semplicemente in padella con pomodoro. Non sembra una ricetta gourmet ma è decisamente fit!

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità