Gli innumerevoli benefici degli sport acquatici

I benefici degli sport acquatici sono innumerevoli. Insieme a Elena Mauri, istruttrice e Personal Trainer di Aspria Harbour Club, vediamo insieme in che modo l’acqua può diventare la migliore alleata per il nostro corpo.

Vi state chiedendo quali sono i benefici degli sport acquatici? Le giornate soleggiate e le calde temperature sono solo due delle (s)piacevoli conseguenze che la bella stagione porta con sé.

Mai come in questo periodo gli sport da praticare in acqua, sia per gli appassionati sia per gli occasionali, rappresentano una buona scelta per allenarsi e per godere, allo stesso tempo, dei benefici che l’acqua esercita sul nostro organismo.

I benefici degli sport acquatici

Lo sport acquatico più diffuso è il nuoto ma sono sempre di più le attività di fitness praticate in acqua, in piscina o al mare, come l’acqua-gym, l’acqua-step o jump, l’acqua spinning, l’hydro-bike e tante altre varianti.

Uno dei principali vantaggi degli sport in vasca è quello di rendere sicuro ogni tipo di allenamento: in acqua, si è sempre in scarico gravitazionale cosicché tutti gli esercizi svolti hanno un basso impatto sulle articolazioni.

Un altro dei benefici degli sport acquatici? La sensazione di fatica appare minore anche se in realtà lo sforzo compiuto è maggiore, così come le calorie bruciate!

Il parere dell’istruttrice

“In acqua il peso del corpo si riduce fino al 90%: più l’acqua è alta e meno il nostro peso ha rilevanza, è inversamente proporzionale. Il nuoto è uno sport praticabile sempre, da quando si è piccolissimi fino all’età più matura, senza rischiare traumi a livello di fitness, di salute o di benessere” afferma Elena Mauri, istruttrice e PT di Aspria Harbour Club.

L’acqua ha poi un effetto decontratturante, rassodante e rilassante, aiuta a sviluppare la muscolatura, soprattutto nella parte superiore del corpo, ad allungare i muscoli e a migliorare la propria elasticità.

A trarre particolari benefici dagli sport acquatici sono le persone che soffrono di ritenzione idrica e di problemi di gonfiore, specie alle gambe: può bastare una camminata per riattivare la circolazione e l’attrito che si crea quando ci si muove sott’acqua, agisce come un idromassaggio e ha un effetto linfodrenante e rimodellante sul corpo.

Vietato commettere errori

Tuttavia, prima di praticare queste attività, è importante prestare attenzione a non commettere alcuni errori: essere troppo abitudinari in vasca non aiuta a migliorare il fisico così come mantenere sempre lo stesso ritmo di allenamento e la stessa sequenza di esercizi.

Infine, non un falso mito ma la realtà, è quella di non entrare in acqua poco dopo aver consumato un pasto, specie se abbondante.

A ripagare è invece la costanza e un allenamento in progressione.

“È importante dare stimoli allenanti sempre differenti ma non esiste il perfetto allenamento: un buon workout è funzionale agli obiettivi da raggiungere. È sempre bene iniziare con un breve riscaldamento fuori dall’acqua per poi proseguire in vasca dedicandosi alla tecnica e ad esercizi di attivazione prima di arrivare alla parte centrale dell’allenamento” spiega Elena Mauri di Aspria Harbour Club.

Cosa ne pensate dei benefici degli sport acquatici? Li praticate? Abbiamo parlato di Aspria Harbour Club anche qui a proposito di allenamento funzionale outdoor.

(S.R.)

 

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità