Food, 3 consigli furbi per affrontare il ritorno alla routine dopo l’estate

Ecco 3 consigli furbi per affrontare il ritorno alla routine dopo l’estate. Qui sotto potete trovare i preziosi suggerimenti della dott.ssa Annamaria Acquaviva, Dietista Nutrizionista per il California Prune Board in Italia, per affrontare all’insegna del buon umore il ritorno alla routine quotidiana dopo l’estate, aiutandosi con il cibo. Ma senza dimenticare, ovviamente, l’attività fisica.

Ecco alcuni consigli furbi per affrontare il ritorno alla routine dopo l’estate. Con settembre, infatti, il tempo libero e il relax estivo incidono sul buon umore e rendono meno allettante il ritorno alla routine quotidiana, scandita da nuovi impegni e incombenze.

Il California Prune Board, che rappresenta coltivatori e confezionatori di prugne provenienti dalla California, in collaborazione con la dott.ssa Annamaria Acquaviva – dietista e nutrizionista del Board in Italia – ha identificato tre nutrienti fondamentali per favorire il buon umore a partire dalla tavola, per un rientro dalle vacanze ricco di energia.

3 consigli furbi per affrontare il ritorno alla routine dopo l’estate

Il buonumore inizia anche dalle buone abitudini a tavola. Infatti è dimostrato che mangiare a orari regolari influisce positivamente sulle molecole che regolano il buon umore. Per favorire il tono dell’umore è bene evitare le diete restrittive, è invece importante rispettare tutti i fabbisogni dell’organismo. Dopo le eccezioni e gli strappi alle regole delle vacanze estive, è fondamentale tornare a un’alimentazione varia ed equilibrata, con il corretto apporto di tutti i nutrienti essenziali. Verdura e frutta meglio se multicolori, cereali integrali, proteine salutari (pesce, anche azzurro, uova, verdura, legumi e carne magra, preferendo la bianca) e grassi ‘buoni’, come l’olio extra vergine di oliva, la frutta a guscio o i semi oleosi”, spiega Annamaria Acquaviva.

Ed eccoli i 3 consigli della dottoressa per affrontare il ritorno alla routine dopo l’estate:

  1. TRIPTOFANO

Si tratta di un aminoacido essenziale, poiché l’organismo non è in grado di sintetizzarlo autonomamente. Il triptofano rappresenta inoltre il punto di partenza per la sintesi di alcune sostanze biologiche, come la serotonina, nota come “ormone del buonumore”.

Sono fonte di triptofano i legumi, le carni, il pesce, i latticini e le uova. Anche il cioccolato fondente, le arachidi, l’alga spirulina ed i semi di sesamo.

  1. FIBRE ALIMENTARI

Durante le vacanze estive l’irregolarità dei pasti è più frequente e spesso frutta e verdura – principali fonti di fibre alimentari – vengono accantonate, con conseguenti difficoltà anche a livello digestivo. Per ritrovare il giusto equilibrio al rientro, risultano utili le Prugne della California – un’eccellente fonte di fibre, con un apporto di circa 7g/100g, ossia quasi un quarto della quantità quotidiana raccomandata.

Tre prugne secche al giorno rappresentano, inoltre, una delle cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura: un modo facile e pratico (che non risente della stagionalità) per soddisfare il fabbisogno giornaliero di fibre e favorire la digestione.

Le Prugne della California hanno inoltre un basso indice glicemico (25) grazie sia alla presenza di fibre sia soprattutto alla composizione dei loro glucidi, che apportano un’energia facilmente disponibile e di graduale assimilazione, particolarmente utile anche per mantenere la concentrazione e la lucidità al lavoro. Le prugne della California sono inoltre ricche di preziosi nutrienti come manganese e Vitamina K, due sostanze essenziali per la salute delle ossa.

  1. FLAVONOIDI

Tornare al ritmo della vita quotidiana dopo i giorni di ferie produce vero e proprio stress da rientro: un quadratino di cioccolato al giorno ci aiuta a contrastarlo grazie ai flavonoidi, alleati delle nostre capacità cognitive e della memoria. Questi nutrienti favoriscono, infatti, anche l’aumento dei livelli di serotonina, “l’ormone del buonumore”, e contribuiscono a regolare la pressione e migliorare l’elasticità dei vasi sanguigni.

I micronutrienti preziosi, responsabili delle azioni benefiche sono la quercitina, due flavonoidi (catechine e procianidine) e la teobromina, ma per garantire la benefica presenza di queste sostanze è necessario che il cioccolato sia fondente almeno al 70%.

L’importanza dell’attività fisica

“Infine, anche praticare attività fisica è molto importante: aumenta i livelli di serotonina con effetto antidepressivo e rilassante e favorisce il ripristino dell’equilibrio sonno-veglia, indispensabile per mantenere il buonumore e l’energia”, conclude Annamaria Acquaviva.

Ritornare alla routine quotidiana e approcciare le sfide autunnali, dopo le ferie estive, sarà più semplice con una buona selezione dei nutrienti, un po’ di allenamento e un alleato fondamentale per ricette o snack gustose e salutari, come le Prugne della California!

California Prune Board

La filiera delle Prugne della California è rappresentata dal California Prune Board (CPB), consorzio fondato nel 1952 per rappresentare coltivatori e confezionatori di prugne provenienti dalla California, che producono per diversi marchi di distributori in tutto il mondo. La California è il più grande produttore mondiale di prugne secche con frutteti in 14 contee nelle valli di Sacramento e San Joaquin. Il CPB opera sotto l’autorità del California Secretary of Food and Agriculture, occupandosi di promuovere e incrementare le vendite e la consapevolezza sulle qualità distintive e della versatilità delle Prugne della California.

Cosa ne pensate di questi consigli per affrontare il ritorno alla routine? Abbiamo parlato di Prugne della California anche qui a proposito di osteoporosi e sport.

(S.R.)

Foto apertura: bradley-dunn-unsplash

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità