Consigli per ritrovarsi sulle piste da sci in salute e con energia

Sulle piste da sci in salute e con energia? Certo, grazie ai Pistacchi Americani. La stagione invernale è entrata nel vivo e per trascorrere weekend e vacanze sulla neve, in perfetto relax (e sicurezza), è necessario seguire alcuni accorgimenti che permettono di ritrovarsi sulle piste da sci e snowboard al top. Per questo American Pistachio Growers rivela i consigli di Erminia Ebner, Biologa Nutrizionista, per scendere sulle piste con una preparazione fisica e nutrizionale adeguate.

Sulle piste da sci in salute e con energia? La stagione invernale è entrata nel vivo e per trascorrere weekend e vacanze sulla neve, in perfetto relax (e sicurezza), è necessario seguire alcuni accorgimenti che permettono di ritrovarsi sulle piste da sci e snowboard in salute e carichi di energia. Per questo American Pistachio Growers – associazione no profit che unisce i coltivatori di pistacchi americani – offre i consigli di Erminia Ebner, Biologa Nutrizionista, per scendere sulle piste con una preparazione fisica e nutrizionale adeguate.

Sulle piste da sci in salute e con energia

Per prima cosa, per ritrovarsi consigli per ritrovarsi sulle piste da sci in salute e con energia, è bene seguire, in vista di rimettere gli sci ai piedi, un programma di allenamento che potenzi la resistenza aerobica e muscolare.

Un fisico non allenato, infatti, accusa precocemente la stanchezza e diventa più difficile mantenere il necessario controllo dell’attività neuromotoria.

“L’ideale sarebbe cominciare ad allenarsi almeno due mesi prima di partire per la meta prescelta e iniziare con minimo trenta minuti al giorno di esercizi, associando, quando possibile, l’allenamento con la corsa” spiega Erminia Ebner.Questo allenamento può essere ottenuto già a partire dalla stagione estiva, ma anche durante quella autunnale, praticando il Nordic Walking, perfetto soprattutto per lo sci di fondo, ovvero, camminare con i bastoncini simulando il passo alternato, che in inverno si andrà a fare sulle piste”, aggiunge Erminia.

La colazione giusta

Inoltre, seguire la giusta alimentazione è fondamentale per non ritrovarsi scarichi di energia nel mezzo della discesa.

La colazione, anche in montagna, deve costituire il 20% circa delle calorie giornaliere.

Ma siccome il clima freddo non favorisce la digestione, è necessario ingerire alimenti leggeri, come i cereali integrali, il pane nero o ai multicereali e fette biscottate ricche di fibre, accompagnati da zuccheri semplici, quali miele e marmellata che forniscono energia di pronto utilizzo, da consumare con una fumante tazza di latte oppure uno yogurt con granella di pistacchi americani per arricchire il pasto di proteine vegetali e calcio.

Snack salutari

Per ritrovarsi sulle piste da sci in salute e con energia, poi, durante le pause, nel corso della giornata, è utile consumare spuntini pratici e veloci come ad esempio i pistacchi americani.

I pistacchi americani sono un ottimo snack “spezzafame”, poiché una porzione di circa 30g (che equivale a ben 50 pistacchi) ha solo circa 160 calorie.

I pistacchi sono prefetti anche come spuntini post allenamento, in quanto sono una “proteina completa” che contiene tutti e 9 gli aminoacidi essenziali in quantità adeguate e quindi aiutano a costruire e preservare i muscoli, contribuendo a dare il giusto “rifornimento” al corpo dopo lo sforzo fisico.

Il pranzo sulle piste

Sempre nell’ottica di ottenere i giusti consigli per ritrovarsi sulle piste da sci in salute e con energia, il pranzo in baita è l’ideale per consumare un primo piatto nutriente e ricco di carboidrati, come una porzione di polenta oppure un piatto di pasta al sugo di pomodoro o anche una zuppa di cereali e legumi. Se invece si preferisce il pranzo al sacco è consigliabile portare con sé un panino integrale con prosciutto crudo magro e verdure grigliate condite.

Gli altri pasti

Il relax è concesso, terminata la giornata sulla neve, quando ci si può godere una cioccolata calda e poi a cena per gustare tutte le prelibatezze della gastronomia di montagna. Per recuperare le energie anche i pistacchi americani sono perfetti come merenda in quanto contengono in particolare le proteine ad alto contenuto di leucina (uno dei 9 aminoacidi essenziali) che vengono digerite molto più rapidamente e forniscono un buon stimolo alla sintesi proteica muscolare (MPS).

I consigli della nutrizionista

Infine Erminia Ebner ricorda: “Per chi pratica sport ad alta quota è fondamentale prevenire i danni dell’ipotermia. A tale scopo è utile una corretta idratazione e un adeguato apporto energetico ottenuto attraverso un’alimentazione ricca e varia, ispirata al modello alimentare mediterraneo e ai suoi semplici e salutari principi: prevalenza di cibi vegetali, come cereali integrali, verdura, frutta fresca e secca, buone fonti di proteine vegetali (cereali, legumi e frutta secca) e di proteine animali (latte, yogurt, formaggi, uova, pesce e carne) e l’utilizzo preferenziale dell’olio extra vergine d’oliva come grasso da condimento”.

Don’t worry e ski happy con i Pistacchi Americani! Cosa ne pensate di questi consigli per ritrovarsi sulle piste da sci in salute e con energia? Abbiamo parlato di sci anche qui mentre di Pistacchi Americani qui, a proposito di back to routine.

(Simona Recanatini)

Foto apertura: by glade-optics-unsplash

No Comments Yet

Comments are closed

Ti suggeriamo

Workout, sport, wellness, food, beauty...to be fit! Un webmagazine per allargare i propri orizzonti di fitness. Are you ready?

FOLLOW US ON

Pubblicità